A Castelbuono il 1° Convegno Regionale dei Gruppi Storici di Sicilia

0
380

Tutti concordi nel perseguire un unico obiettivo: lo sviluppo della nostra terra attraverso la promozione e la valorizzazione delle origini storiche e della identità culturale della nostra Isola, una costruttiva interazione tra cultura, storia, arte, tradizioni e turismo.

Domenica 28 gennaio nella Sala delle Capriate del Comune di Castelbuono è stato approvato da circa 50 Gruppi Storici provenienti da ogni parte della Sicilia lo statuto dell’Unione Gruppi Storici della Regione Siciliana.

Il Comitato si propone di interagire con le istituzioni del territorio Siciliano come i GAL (gruppi di azione locale), i Comuni e la Regione Siciliana al fine di realizzare una progettualità globale e proficua, ma soprattutto essenziale, per dare lustro e sviluppo al nostro territorio.

Durante il convegno è stata assicurata la piena disponibilità e manifestata grande sensibilità nei confronti di tale iniziativa da parte delle Autorità del Governo Regionale presenti alla manifestazione l’assessore Totò Cordaro che ha portato i saluti del presidente della Regione Nello Musumeci e ha rimarcato l’importanza dell’iniziativa, assicurando il pieno appoggio del Governo Regionale.

Sono intervenuti: il presidente del Direttivo Regionale Jhonny Lagrua, l’assessore al Bilancio del Comune di Castelbuono Gianluca Carrozza, Sandra Marotta delegata del GAL Sicani, il presidente del GAL Madonie Bartolo Vienna, l’architetto Benedetto Termini dirigente del servizio IV del Dipartimento Turismo della Regione Siciliana.

Lodevole la proposta fatta dal GAL Sicani di costruire una o più macro reti territoriali per lo sviluppo di attività protese alla salvaguardia della identità storica e quindi alla consapevolezza delle nostre origini, del nostro passato, per comprendere meglio il presente e sapere progettare il futuro.