Castellammare del Golfo, armi e munizioni nel terreno di Domingo

0
33
castellammare del golfo

Castellammare del Golfo, i carabinieri hanno scoperto armi e munizioni durante una perquisizione legata all’operazione Cutrara di ieri. Due fucili, 26 cartucce calibro 12 e dieci proiettili sono stati rinvenuti dai militari  in un fondo agricolo di proprietà di Francesco Domingo, finito in carcere ieri nell’ambito del blitz ordinato dalla Dda di Palermo contro la mafia di Castellammare del Golfo.

Secondo gli inquirenti Domingo sarebbe il capo della famiglia mafiosa locale. Armi e munizioni erano nascosti in un tubo in Pvc interrato e sotto a un cumulo di pietre. Nello stesso punto i carabinieri hanno trovato anche un barattolo in vetro con altri tre proiettili calibro 12. Al palazzo di giustizia di Palermo, intanto, è arrivato il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Rizzo, indagato nell’inchiesta per concorso esterno in associazione mafiosa, per essere interrogato dai magistrati.