Casteltermini, interrogazione del deputato grillino Di Paola: “Miniera ex Italkali bomba ad orologeria”

0
63

“La miniera ex Italkali di Casteltermini nell’Agrigentino è una vera e propria bomba ecologica la cui pericolosità non è più tollerabile. Il governo Musumeci provveda alla bonifica del sito”. A chiederlo è il deputato regionale siciliano del Movimento 5 Stelle, Nuccio Di Paola, primo firmatario per il gruppo M5S all’Ars di un’interpellanza urgente al governatore Nello Musumeci e agli assessorati al Territorio e Ambiente e all’Energia per chiedere quali siano le iniziative volte ad assicurare la bonifica e messa in sicurezza del sito industriale dismesso.

“Dagli anni ’90 – spiega Di Paola – il sito industriale, che ha al suo interno una importante presenza di amianto e di eternit, versa in una situazione di degrado e di abbandono non più tollerabile, essendo diventato, con il tempo, una discarica abusiva di rifiuti di ogni genere. Con il trascorrere degli anni, a causa della potenziale pericolosità inquinante dello stabilimento, sono stati effettuati diversi sopralluoghi da parte dei tecnici del Comune di Casteltermini, dell’Arpa, dell’Asp di Agrigento e della Protezione civile, che hanno constatato la presenza di liquidi non meglio identificati e, soprattutto, fibre di amianto”.

“Lo scorso luglio peraltro – ricorda il pentastellato Nuccio Di Paola – si è verificato nello stabilimento un incendio di notevoli dimensioni, che ha generato una nube tossica che ha interessato i centri abitati di Casteltermini e di Campofranco. La situazione non è più derogabile – conclude Di Paola – pertanto chiedo con forza alla Regione di attivarsi, anche sollecitando i legittimi proprietari dell’immobile, ad espletare le procedure che servono ad avviare la bonifica”.