Castelvetrano: furto nel laboratorio degli scultori Umberto Leone e Ute Pyka

0
148

Castelvetrano: furto nel laboratorio, di via Bresciana, degli scultori del legno Umberto Leone e Ute Pyka, marito e moglie. E’ stato lo scultore a dare la notizia con un brevissimo post lasciato sulla bacheca del suo profilo Facebook. Sono state portate via sette sculture e attrezzature per la lavorazione del legno il cui valore è stato stimato in circa 30 mila euro.

Due sculture fanno parte dell’installazione “Profondo ulivo” che nel 2001 Ludovico Corrao commissionò ai due artisti in occasione della inaugurazione della sede di Tunisi della Fondazione Orestiadi, mentre le altre cinque fanno parte dell’installazione “I mandorli della signora Varvaro” realizzata con la collaborazione della scrittrice Carola Susani e dell’attrice e regista Emma Dante.

A Castelvetrano, i ladri entrati in azione dovevano essere almeno in due, considerato che alcune delle sculture rubate sono alte circa due metri. Forse sono entrati nel laboratorio scavalcandone il portone rimasto poi danneggiato quando i banditi sono andati via.

“Sono molto amareggiato per l’accaduto – dice Umberto Leone – e spero che le opere possano essere ritrovate al più presto. Non escludo che si possa trattare di un furto su commissione”. Indagano i carabinieri. (ANSA)