Corruzione all’ispettorato lavoro di Catania, 9 misure cautelari: coinvolti anche il direttore sanitario dell’Asp e l’ex deputato Forzese

0
36

I finanzieri del Comando Provinciale di Catania, a conclusione di un’indagine coordinata dalla Procura Distrettuale della Repubblica etnea, hanno eseguito 9 misure cautelari (4 arresti domiciliari e 5 interdittive) per corruzione continuata, soppressione di atti, falsità materiale e ideologica di atti pubblici avvenuti all’interno dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Catania tra la fine del 2017 e i primi mesi del 2018.

Tra gli indagati posti agli arresti domiciliari c’è anche l’ex deputato regionale Marco Forzese, che ha militato in più movimenti. Tra i destinatari del provvedimento di interdizione dalla professione c’è anche il direttore sanitario dell’Azienda sanitaria provinciale di Catania, Franco Luca, un ex consigliere del Comune di Catania, 2 professionisti e 2 imprenditori. Militari della guardia di finanza stanno eseguendo perquisizioni, anche nella sede dell’ufficio dell’Ispettorato provinciale del lavoro di Catania.