Catania di corsa per la terza edizione della Coppa Sant’Agata sabato 3 febbraio

0
95

C’è lo sport che abbraccia la cultura e sposa la tradizione: c’è lo sguardo al passato ma con gli occhi bene in vista sul presente, nella terza edizione della Coppa Sant’Agata, in programma a Catania sabato 3 febbraio.

Continua dunque quel “filo rosso” che, dal 2016, è tornato ad unire la manifestazione che si svolge nell’ambito delle festività della patrona di Catania e lo storico Trofeo Sant’Agata, che si era bruscamente fermato nel 2011. Il terzo appuntamento con la corsa è organizzato dall’ASD Atletica Fortitudo Catania, sotto l’egida della Fidal e con il patrocinio del Comune di Catania, del Comitato per la Festa di Sant’Agata, del Coni Sicilia e di Runcard.

La manifestazione quest’anno si fregia del sigillo “Bronze Label” e avrà come testimonial Giacomo Leone, vincitore della maratona di New York nel 1996 ed attuale presidente della Fidal Puglia.

Dal punto di vista agonistico la corsa si preannuncia una sfida a quattro: in gara infatti ci saranno, tra gli altri, Luigi Spinali (Augusta Club), da due anni vincitore della manifestazione, Filippo Lo Piccolo, palermitano e da quest’anno tesserato con la Monti Rossi Nicolosi,  Giuseppe Gerratana, atleta modicano dell’Aeronautica Militare, specialista dei 3.000 siepi e vicecampione continentale under 23 a Tampere 2013, Giovanni Cavallo, tesserato con la Podistica Messina.

Da segnalare anche la presenza di Filippo Russo, al suo primo anno nella categoria Promesse, della Monti Rossi Nicolosi, e di Salvatore Geraci, forte atleta di Barrafranca tesserato con la nissena Mega Hobby Sport.

Al femminile sfida aperta con le forti Patrizia Strazzeri e Lucia Signorello che se la dovranno vedere con  la giapponesina della Fiamma San Gregorio Mika Iwaguchi e Laura Torre (Sal Catania).

“Siamo onorati di organizzare anche quest’anno per la nostra città in festa e per l’amata patrona Sant’Agata una manifestazione sportiva di grande interesse come la Coppa Sant’Agata – afferma Salvatore Milotta, presidente dell’Atletica Fortitudo Catania. La Coppa Sant’Agata –  conclude Milotta – non è solo una corsa, ma una festa dello sport per coloro che la correranno così come per tutta la città, nel solco di una tradizione (la festa di Sant’Agata è la terza festa religiosa più popolare al mondo n.d.r.) che è patrimonio di ogni catanese”. L’evento di sabato sarà anche la prima tappa del nuovo circuito Fidal, denominato Progitec Challenge – Catania Corre 2018.

La Coppa Sant’Agata si veste anche di solidarietà al fianco di Comunicare è vita – onlus acese che ha l’obiettivo di promuovere e divulgare la conoscenza sulla Sindrome di Angelman, attraverso iniziative di informazione e sensibilizzazione.

Numeri e curiosità della 3° Coppa Sant’Agata. Sono 250 gli iscritti (206 uomini e 44 donne) record della manifestazione. La categoria più numerosa è la SM45 con 37 atleti al via, seguita dalla M50 con 31. Al femminile viaggiano a pari merito quella la categoria Promesse e la SF45 con 9 atlete. La provincia più rappresentata è quella di Catania (172), seguita da quella di Ragusa con 20 e quella di Siracusa con 13 atleti al via. Arriveranno a Catania anche atleti da Lazio, Puglia, Sardegna e Toscana. Prevista la presenza in gara di 4 atleti della Costa d’Avorio e tre della Somalia.

La società organizzatrice, la Fortitudo Catania schiererà 66 atleti, seguita dall’Atletica Sicilia con 23,  Libertas Running Modica 15 e dalla Monti Rossi Nicolosi con 14. Trentasette i podisti con Runcard. L’atleta più anziano in gara sarà Sossio Farina 82 primavere, la meno giovane Grazia Costa (67). Il più giovane Francesco Bandieramonte (17), la più giovane Martina Assenza (16).  In gara anche una “Agata” si tratta della catanese Agata Aquilino, per lei doppia festa. Auguri a Salvatore Geraci che domani festeggerà di corsa il compleanno.

Il percorso della Coppa Sant’Agata (10 km.): omologato e certificato Fidal, è disegnato e sviluppato nel centro storico di Catania. Un circuito di circa 1 km. da ripetere dieci volte, attraverso le vie storiche di Catania. Partenza (alle ore 15.15) da via Vittorio Emanuele (all’altezza del Palazzo della Cultura), via Sant’Agata, via Pulvirenti, via Leonardi, via Birreria, via Teatro Massimo, via Monsignor Ventimiglia, via Vittorio Emanuele dove è previsto anche l’arrivo. Il tempo massimo è fissato in 1h15 minuti.

I premi. La Coppa Sant’Agata, che raffigura il busto della Santa, sarà consegnata al primo assoluto uomo e alla prima assoluta donna. Premi sono previsti anche per gli atleti e le atlete che si classificheranno dal secondo al quinto posto. Premiati il primo runcard uomo e la prima runcard donna con il Trofeo Fidal Runcard e la società non organizzatrice con più atleti al traguardo. Per tutti i partecipanti, è prevista la maglia tecnica della manifestazione e la medaglia da finisher.