Catania: vaccino AstraZeneca per il presidente Nello Musumeci

0
12

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, come aveva annunciato nei giorni scorsi, ha ricevuto oggi pomeriggio la prima dose del vaccino Astrazeneca nell’hub vaccinale di Catania (ex mercato ortofrutticolo).

“Ho ricevuto – ha detto Musumeci subito dopo la somministrazione – la prima dose del vaccino: AstraZeneca naturalmente. Sono contento di essere entrato anch’io nel novero dei siciliani che si avviano verso la totale immunizzazione. Spero che questa mia azione possa essere condivisa da quanti si trovano nelle mie stesse condizioni. Stiamo combattendo battaglie durissime per abbassare l’età dei cittadini ammessi al vaccino e siamo finalmente arrivati anche nelle isole minori. Andiamo avanti, perché dobbiamo uscire il prima possibile da questo tunnel. E sono convinto che ce la faremo”.

“Le altre regioni erano state arancioni prima di noi. Quindi nulla di particolare. Fa rabbia sapere che sostanzialmente noi dovremmo essere in zona gialla”, ha detto Musumeci, a margine della vaccinazione all’hub di Catania. “Il nostro Rt è inferiore a uno – ha spiegato – ma come mi ricordava ieri il ministro Speranza devono passare 15 giorni dal Dpcm che dichiarava arancione la regione. Dovremmo comunque essere ormai all’ultimo miglio se non ci saranno focolai nel corso della prossima settimana. Sono convinto – ha concluso – che prevarrà il senso di responsabilità da parte di tutti. In ogni caso, lo ricordo, a decidere il colore non è Palermo ma è Roma”.

“Oggi ho dichiarato altre due zone rosse. Sono utili perché evitano il diffondersi del contagio. Bastano 20 focolai nell’isola per comprometterne la progressione di colore. E quindi dobbiamo stare tutti attenti e sentirci mobilitati”, ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. “Guardiamo con prospettiva all’estate – ha aggiunto – perché mi risulta che le prenotazioni in molto alberghi sono abbastanza incoraggianti. Ricordo che prima del Covid eravamo una delle sette mete preferite al mondo ed abbiano tutti i numeri per tornare ad esserlo”.