Celebrazione del giorno del Ricordo in memoria del popolo istriano e dalmata

0
85
giorno del ricordo a palermo

Anche a Palermo sarà celebrato il giorno del Ricordo in memoria degli italiani morti nelle foibe e degli esuli istriani, fiumani e dalmati.

L’ANVGD (Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia)  come ogni anno, commemorerà e rinnoverà la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati, nel giorno del Ricordo, domenica 10 Febbraio 2019, che si terrà presso Villa Martiri delle Foibe – Via L. Bianchini 42, ore 10:00.

Alla commemorazione parteciperanno gli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati, le istituzioni e le  rappresentanze delle forze armate. La commemorazione è aperta al pubblico.

L’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, fondata nel 1947, è la maggiore
rappresentante sul territorio nazionale degli italiani fuggiti dall’Istria, da Fiume e dalla
Dalmazia al termine della seconda guerra mondiale sotto la spinta della pulizia etnica delle
milizie jugoslave e lo spettro delle foibe; ne derivò l’esodo di 350.000 persone di ogni ceto
sociale e la morte violenta di migliaia di innocenti nelle foibe. A 71 anni da quegli eventi,
prima e seconda generazione degli Esuli istriani, fiumani e dalmati in tutta Italia collaborano e si confrontano per il riaffioramento di quella pagina di storia italiana negata per decenni. L’ANVGD Palermo rappresenta gli Italiani fuggiti dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia al termine della Seconda Guerra Mondiale, in Sicilia.

Villa Martiri delle Foibe è uno splendido giardino situato in via Bianchini n°42 – Palermo, che ha al suo interno una Stele che rappresenta il Monte Corno, le rocce del Carso e le Foibe, in memoria delle vittime del genocidio, delle vicende, delle genti e delle terre del confine orientale italiano; ideato ed eretto dal Presidente dell’ANVGD Palermo Gino Zambiasi ed inaugurato nel 2010.

Gino Zambiasi: Presidente ANVGD Palermo, fiumano, figura chiave del comitato di
Palermo che ha sempre esposto la storia delle terre orientali, tenendo uniti tutti gli esuli in Sicilia in modo attivo sul territorio. E’ riuscito ad ottenere, prima, una targa presso il monumento ai Caduti del ’15-’18 in Via Scarlatti, e poi un vero e proprio spazio dedicato al riconoscimento delle vicende degli italiani infoibati e/o vittime di vessazioni ed esuli. Artista a tutto tondo, ha disegnato ed eretto il monumento che rappresenta il Carso con le sue foibe, in Villa Martiri delle Foibe.

Giorgia Görner Enrile: Vicepresidente ANVGD Palermo, nipote di Esule Istriana e
pronipote del Maresciallo Giovanni Degrassi. Sin da ragazza, oltre la passione per l’arte in
tutte le sue forme, si è sempre interessata a diffondere la storia delle vicende del Confine
Orientale e degli esuli Istriani Giuliani e Dalmati battendosi contro la strumentalizzazione
politica delle vicende citate.