Chievo – Palermo 1-1. È retrocessione: i rosanero salutano la serie A

0
21
zamparini si difende
maurizio zamparini
maurizio zamparini

Fine delle sofferenze per il Palermo che pareggiando a Verona contro il Chievo per 1-1, in virtù della vittoria dell’Empoli contro il Bologna, retrocede in serie B dopo un campionato d’agonia, condotto al limite dell’indecorosità sia in campo dai giocatori che, soprattutto, dietro le quinte dall’ex presidente Zamparini . I tifosi salutano la serie A ed ora attendono sviluppi sul fronte Baccaglini, l’affare si chiude o terminerà tutto con un nulla di fatto, nei prossimi giorni l’ardua sentenza.

Con Rispoli influenzato Bortoluzzi schiera Cionek al suo posto creando un blocco difensivo con 4 centrali puri vista la presenza in campo di Gonzalez, Goldaniga ed Andelkovic. In avanti Sallai e Diamanti , Nestorovski è squalificato, giocano in attacco supportati sulla fascia da Alesaami.

Dall’altra parte c’è il grande ex Stefano Sorrentino a guidare dalla porta i clivensi.

Poco entusiasmo sugli spalti con i padroni di casa ormai certi della salvezza ed i pochi tifosi del Palermo ormai certi della retrocessione.

I veronesi da subito prendono in mano il pallino del gioco ed all’8’ Pellissier riceve palla dalle retrovie e si allarga sulla sinistra per calciare: Fulignati manda in angolo.

Il Palermo risponde al 21’ con un bel fraseggio sull’asse Sallai-Diamanti concluso di destro dall’Ungherese che impegna Sorrentino costretto a respingere coi pugni.

È ancora il Palermo a farsi vedere dalle parti dell’ex rosanero al 28’: Alesaami sfonda sulla fascia ma Radovanovic annulla il pericolo spingendo la sfera in corner.

Il primo tempo vede il Palermo leggermente in testa ai punti: Sallai impegna ancora Sorrentino al 33’, il gioco però era fermo per un fallo del giocatore rosa su Cesar.

Da segnalare i cartellini gialli di Jajalo che, diffidato, salterà la prossima partita e di Gonzalez.

L’arbitro torinese Serra, alla sua seconda direzione in A, manda tutti negli spogliatoi senza concedere recupero.

Fuori Izco, dentro Inglese per il Chiedo ad inizio primo tempo.

Al 54’ brutto infortunio alla spalla per Gazzi che viene immobilizzato nella barella prima di essere portato via, al suo posto entra Bruno Henrique.

Al 66’ proprio il nuovo entrato stende in area Inglese lanciato in contropiede, L’arbitro non ha dubbi, è calcio di rigore. Sul dischetto va Sergio Pellissier che trasforma: 1-0 per il Chievo.

Gli uomini di Bortoluzzi reagiscono: al 71’ è Diamanti a scaldare le mani di Sorrentino che si supera anche un minuto dopo frenando il tentativo di Goldaniga.

Ci prova anche Chochev a cercare il pari, il sinistro del bulgaro non sortisce effetti.

I rosanero pareggiano a due minuti dalla fine con Goldaniga che sfrutta una brutta respinta di Pellissier sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

L’arbitro concede 7’ di recupero in virtù del brutto infortunio a Gazzi, il Palermo segna ancora con Goldaniga ma la rete viene annullata per fuorigioco.

Scocca il 97’, Serra fischia la fine del match, sipario: il Palermo è in serie B.

Formazioni:

CHIEVO: 70 Sorrentino; 21 Frey, 5 Gamberini, 12 Cesar (85’ 20 Sardo), 29 Cacciatore; 19 Castro, 8 Radovanovic, 28 Bastien (79’ 1 De Guzman); 23 Birsa, 13 Izco (46’ 45 Inglese); 31 Pellissier (cap.). A disposizione: 32 Bressan, 90 Seculin, 3 Dainelli, 7 Gakpé, 9 Isufaj, 15 Pogliano, 16 Sbampato, 77 Troiani, 80 Kiyine. Allenatore: Rolando Maran.

PALERMO: 68 Fulignati; 12 Gonzalez (86’ 98 Lo Faso), 6 Goldaniga, 4 Andelkovic (cap.); 15 Cionek, 28 Jajalo, 14 Gazzi (54’ Bruno Henrique), 18 Chochev, 19 Aleesami; 23 Diamanti; 20 Sallai (77’ Trajkovski). A disposizione: 1 Posavec, 55 Marson, 2 Vitiello, 22 Balogh, 44 Sunjic, 56 Punzi, 61 Ruggiero, 97 Pezzella. Allenatore: Diego Bortoluzzi.

ARBITRO: Marco Serra (Torino). Assistenti: Damiano Di Iorio (Vco) – Valerio Colarossi (Roma 2). Quarto ufficiale: Matteo Passeri (Gubbio). Arbitri addizionali: Maurizio Mariani (Aprilia) – Daniele Martinelli (Roma 2).

 

NOTE: Reti: 67’ Pellissier, 88’ Goldaniga. Ammoniti: Jajalo (P), Gonzalez (P), Cesar (C), Sallai (P), Birsa (C). Calci d’angolo: 5-7. Recuperi: 0’-7’.