Chiusa la discarica di Alcamo, è di nuovo emergenza rifiuti a Palermo

0
9
emergenza rifiuti

Chiusa la discarica di Alcamo, torna l’emergenza rifiuti a Palermo, e più in generale,  in tutta la Sicilia occidentale. L’impianto del Trapanese è stato bloccato alcuni giorni fa per la mancanza di una autorizzazione.

La Rap, società partecipata del Comune che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, è stata costretta quindi a ridurre il numero degli itinerari serviti normalmente a causa della chiusura della discarica. L’impianto palermitano di Bellolampo ha fatto fronte all’emergenza per alcuni giorni ma ora il piazzale della discarica è nuovamente saturo e Rap ha dovuto razionalizzare la raccolta.

“La Rap non può essere lasciata sola nel fronteggiare la nuova emergenza rifiuti in cui si ritrova Palermo” – dice Giuseppe Badagliacca, di Fiadel-Cisal. “In tutta la Sicilia ormai mancano gli impianti in cui conferire l’indifferenziato e la chiusura di Alcamo, che ha mandato in tilt il sistema nel Palermitano, è solo un’avvisaglia di quello che accadrà presto in tutta l’Isola. Chiediamo che il governo regionale intervenga, trovando soluzioni rapide ed efficaci”.

Badagliacca poi aggiunge: “Da oggi il servizio di raccolta a Palermo procederà a rilento, Bellolampo è ormai satura e la chiusura di Alcamo ha messo in crisi la già fragile tenuta del sistema, né servirà a molto il conferimento una tantum di 200 tonnellate a Gela ipotizzato per domenica. La Rap e i suoi lavoratori stanno facendo tutto il possibile per limitare i disagi alla cittadinanza, per questo esprimiamo gratitudine e solidarietà ai vertici aziendali e ai dipendenti”.