Cimiteri: Lega Palermo chiede consiglio comunale ai Rotoli su emergenza

0
13

“L’emergenza salme al cimitero dei Rotoli continua, nonostante i proclami del sindaco Orlando che si è occupato personalmente della vicenda, ci sono circa 500 bare ancora accatastate in modo indecoroso”. La denuncia arriva dai consiglieri comunali della lega di Palermo Igor Gelarda, Alessandro Anello ed Elio Ficarra che hanno chiesto al presidente del consiglio comunale Totò Orlando di convocare una seduta sulla questione all’interno del cimitero dei Rotoli, alla presenza del sindaco il quale detiene la delega ai servizi cimiteriali, dopo le dimissioni dell’assessore D’Agostino.

“Nonostante Orlando abbia fatto una ordinanza per la creazione di un sistema cimiteriale unico per Rotoli, Cappuccini e S. Maria di Gesù la situazione non è risolta – dicono i tre leghisti -. Il programma di sistemazione bare, ne avrebbero dovuto sistemare 12 al giorno, non sta andando come previsto”. Il presidente del consiglio comunale ha annunciato che non convocherà più il consiglio fino a quando non si discuterà della mozione di sfiducia contro il sindaco.

“Noi siamo assolutamente contro il blocco delle attività consiliari – affermano Gelarda, Anello e Ficarra – perché riteniamo che ci siano problemi gravissimi e urgentissimi da affrontare come questo del cimitero, la cui situazione è immutata rispetto ai mesi precedenti. Tenere una seduta di consiglio comunale dentro il cimitero significherebbe dare un segnale forte alla città e costringere il sindaco a prendersi la responsabilità del cimitero proprio dinnanzi l’organo democraticamente eletto dai palermitani che non possono più seppellire i loro morti in pace.”, concludono i tre esponenti della Lega