Comuni, Lega Palermo: “L’assessore Catania blocca la pulizia meccanizzata”

0
14

“A novembre dell’anno scorso la Rap, dopo aver presentato il nuovo piano di spazzamento, ha chiesto la convocazione di un tavolo tecnico per avviare il servizio meccanizzato, predisponendo gli atti necessari per le zone rimozione lungo gli assi viari principali come via Libertà, via Messina Marine, via Notarbartolo e tante altre strade ma fino ad oggi, nonostante diversi solleciti di Rap, nessuna risposta è arrivata dall’ufficio mobilità del comune di Palermo che dipende dall’assessore Catania”. E’ la denuncia di Igor Gelarda e Alessandro Anello, consiglieri della Lega.

“Catania, che è pure assessore all’ambiente, non si è prodigato affinché il suo assessorato permettesse di far partire il piano di spazzamento meccanico – sottolineano Gelarda e Anello -. Un danno alla pulizia della città perché il servizio meccanizzato, con 6 spazzatrici di proprietà Rap e 5 prese in affitto da poco, permetterebbe una buona e veloce pulizia in tante zone della città, risparmiando tempo e soprattutto uomini. Inoltre – aggiungono – buona parte dei 120 addetti allo spazzamento manuale, che sono pochi, con l’uso dei mezzi mecccanici, saranno utilizzati altrove per esempio anche in periferia”.

“L’assessore Catania non finisce mai di stupirci – continuano i due consiglieri leghisti – lo abbiamo visto battersi come un leone per fare ripartire la Ztl e le zone blu dei parcheggi, ma ci pare molto grave che non si stia adoperando per quello che compete i suoi compiti istituzionali, ormai lo riteniamo inadeguato al ruolo di assessore comunale, ma ciò che chiediamo adesso è l’immediata convocazione in aula del sindaco Orlando e dell’assessore Catania, perché riferiscano in merito a questi gravissimi e ingiustificabili ritardi”.