Coppa Italia: a Palermo la notte è sempre più buia, ai rigori passa lo Spezia

0
19
edoardo goldaniga nella foto di pasquale ponente

Coppa Italia: a Palermo la notte è sempre più buia, al “Barbera” ai rigori passa lo Spezia che va agli ottavi di finale. I liguri di Mimmo Di Carlo eliminano i rosa per 5-4 dopo i calci di rigore e al prossimo turno ci sarà la la sfida con il Napoli. Il risultato si blocca sullo 0-0 anche ai supplementari e per la squadra di De Zerbi ancora un’altra delusione, il Palermo non riesce a sbloccarsi e le prende ancora uscendo dalla Caoppa Italia. Decisivo il penalty di Migliore, ma soprattutto gli errori di Balogh e Goldaniga.

Turn over per l’allenatore del Palermo che schiera una formazione molto giovane con l’inedito tridente Lo Faso-Quaison-Sallai. Tanti cambi anche per lo Spezia di Di Carlo che da giocatore ha vestito la maglia rosanero. Stadio “Barbera” praticamente vuoto e ritmi non elevati in campo con gli ospiti che capiscono subito che la differenza di categoria oggi non fa testo.

Una partita combattuta e occasioni da entrambe le parti. Al 10′ Baez si presenta davanti a Fulignati, perfetto in uscita bassa, poi ci prova Sallai col destro in area di rigore, ma Chichizola devia in calcio d’angolo. Sarà questa l’unica azione pericolosa del Palermo nei primi 45 minuti. Alla mezz’ora, occasione per Cisotti, sua azione di Baez,  che resiste a una carica in area e gira di destro non trovando di pochissimo il gol. Nel finale di primo tempo Migliore conclude al volo da fuori area e impegna Fulignati.

Nessun cambio nella ripresa, ma il Palermo sembra di voler aumentare i ritmi e di provare a fare la partita. Al 7′ Pezzella impegna Chichizola, poi ci prova Sallai ma il suo destro viene deviato in angolo. Poi lo Spezia torna a trovare gli equilibri giusti, a chiudere gli spazi e a rendersi pericoloso con Cisotti. De Zerbi prova a cambiare le cose: dentro Diamanti per Lo Faso, poi Aleesami per Bouy, nell’ultimo quarto d’ora cambia gli attaccanti anche Di Carlo che inserisce Piu e Okereke per Baez e Cisotti. Al 38° ci prova Quaison su punizione, ma Chichizola è attento e devia in angolo. Nel finale il Palermo ci prova con convinzione, all’87’ Hiljemark serve Sallai, ma il suo destro da dentro l’area è largo. Al 91′ ancora l’ungherese ad avere la palla dell’1-0, ma la spreca calciando a lato. A pochi secondi dal triplice fischio Diamanti si libera benissimo di due avversari e conclude di sinistro a giro, tiro che finisce di poco fuori è l’ultima emozione. Finisce 0-0 e si va ai supplementari.

Inizia bene il Palermo con De Zerbi che inserisce Balogh per Pezzella: Sallai commette qualche errore, ma è il più propositivo e al 3′ è lui a servire Diamanti che fa la barba al palo con Chichizola battuto. Ci prova Hiljemark da fuori area, ma senza fortuna. Nel finale entra Sciaudone che chiama in casa Fulignati, poi il primo tempo supplementare si chiude con una punizione di Diamanti che impegna Chichizola. Al 2′ Migliore ha sul sinistro la palla dello 0-1, ma Fulignati è attento e salva. Gli ultimi 7 minuti il Palermo li gioca in 10 per l’espulsione di Vitiello.

Si va ai rigori: il Palermo segna i primi quattro, Lo Spezia i primi tre, poi sbaglia Galli, ma Balogh spreca il match point ed è il portiere Chichizola a riportare le cose in parità. Sbaglia Goldaniga, segna Migliore, lo Spezia è agli ottavi, il Palermo saluta la Coppa Italia e conferma di vivere una delle crisi più difficili dei tempi recenti. Sembra un tunnel senza via d’uscita.

Il tabellino Palermo-Spezia 4-5 (dopo i calci di rigore)

PALERMO (4-3-2-1): Fulignati 6.5; Rispoli 5.5, Goldaniga 6, Vitiello 5, Pezzella 5.5 (1’pts Balogh 5); Hiljemark 5, Gazzi 5.5, Bouy 5 (30° st Aleesami 5.5); Sallai 6, Lo Faso 5 (20° st Diamanti 6.5); Quaison 5 In panchina: Posavec, Andelkovic, Chochev, Jajalo, Nestorovski, Morganella. Allenatore: De Zerbi 5.

SPEZIA (4-3-1-2): Chichizola 6; De Col 6, N.Valentini 6, Ceccaroni 6, Migliore 6.5; Galli 6.5, Deiola 6, Vignali 6; Mastinu 6 (13° pts Sciaudone sv); Cisotti 6 (31° st Okereke 6), Baez 6.5 (27° st Piu 5.5). In panchina: Fontana, A.Valentini, Candela, Crocchianti, Maggiore, Barbato, Suleiman, Demofonti. Allenatore: Di Carlo 6.5.

ARBITRO: Aureliano di Bologna 6.

NOTE: Pomeriggio nuvoloso, terreno in buone condizioni. Spettatori: 4629. Sequenza rigori: Diamanti gol, Sciaudone gol, Hiljemark gol, Okereke gol, Aleesami gol, Piu gol, Quaison gol, Galli parata, Balogh parata, Chichizola gol, Goldaniga alto, Migliore gol. Espulso all’8′ sts Vitiello per doppia ammonizione. Ammoniti: Lo Faso, Galli, Vitiello, Quaison. Angoli: 6-4. Recupero: 0′; 3′; 1’pts, 0’sts. (in collaborazione con Italpress).