Coronavirus: a Palermo chiudono il mercato ittico e l’ortofrutticolo

0
84

Chiude fino a data da destinarsi, su richiesta degli stessi concessionari, il mercato ittico di Palermo. Per l’ortofrutticolo, la riunione di Giunta tenuta nel pomeriggio in via telematica, ha deciso la chiusura almeno per i prossimi due giorni sulla base delle relazioni ricevute dai dirigenti.

La giunta ha valutato che sia indispensabile garantire l’approvvigionamento alimentare della città di Palermo, soprattutto in considerazione della rilevanza che lo stesso mercato riveste nel settore del “fresco” venduto con canali diversi dalla Gdo.

A seguito di quanto avvenuto nella giornata di martedì, scrive in una nota il comune di Palermo, con le difficoltà registrate per il controllo degli accessi e momenti di forte tensione per la presenza di alcuni abusivi, è stato deciso che in via del tutto innovativa e in considerazione della attuale esigenza di contrasto al contagio, dal momento della riapertura saranno del tutto separate le fasi di scarico e vendita e che quest’ultima non potrà svolgersi se all’interno del mercato sono ancora in corso attività di scarico.

Saranno inoltre vagliate ulteriori misure restrittive o di contingentamento che saranno valutate e decise mercoledì mattina nel corso di una riunione telematica che coinvolgerà gli assessori Leopoldo Piampiano e Fabio Giambrone, il capo di gabinetto del sindaco, il comandante della Polizia Municipale e il dirigente del Supa, saranno decise le modalità operative che saranno comunicate ai concessionari anche per l’attuazione degli atti di loro competenza. Fra le ipotesi allo studio, quella del prolungamento degli orari di vendita, lo scaglionamento della stessa a giorni alterni, la separazione delle fasi di scarico (da svolgere il pomeriggio del giorno precedente) e di vendita (da svolgere nelle prime ore del mattino). Tutte le misure saranno in ogni caso finalizzate al controllo personale su tutti quanti saranno autorizzati ad accedere, mediante identificazione puntuale, alla struttura.

Nel corso della riunione, il comandante della Polizia municipale ha comunicato che nel corso della mattina si è proceduto all’identificazione di 20 persone, denunciate per violazione del Dpcm e ha comunque precisato che, sia pure in un clima che in alcuni momenti è stato teso, non vi sono state aggressioni di alcun tipo in danno degli agenti impegnati.

Momenti di tensione si sono registrati in mattinata al mercato ortofrutticolo di Palermo, riaperto dopo alcuni giorni di chiusura disposti dal Comune, anche per la sanificazione a causa del coronavirus. Da un lato, tanti abusivi che volevano entrare al mercato, e, dall’altro, gli agenti della polizia municipale che facevano rispettare le norme previste dal decreto sul coronavirus per gli accessi nella struttura.

Tanti gli abusivi tra i venditori che volevano entrare anche se molti non avevano le mascherine e non avevano titoli per varcare il recinto di via Montepellegrino. Una situazione incandescente che ha portato alla chiusura anticipata dei padiglioni. La sirena infatti è suonata prima facendo uscire tutti dall’area di rivendita di frutta e ortaggi. Per riportare la calma sono intervenute diverse pattuglie della polizia municipale oltre agli agenti che stavano lavorando dalla notte.