Coronavirus: a Palermo il 4 maggio è già iniziato, ma attenzione al “liberi tutti”

Ecco le regole per salire sull'autobus dell'Amat, prenotazioni on line per andare nei giardini pubblici del Comune. Guarda la Fotogallery

0
118
teatro massimo

Una vita un po’ più normale da lunedì 4 maggio. Forse, però. Perché la forza del coronavirus in Sicilia pare che si sia attenuata, ma il virus non è sconfitto. In tanti lo sanno, ma molti altri invece non lo hanno ancora compreso. La giornata di sole, come quella che abbiamo vissuto tante altre mille volte in primavera, ha invitato a nozze tanti palermitani che domenica mattina non hanno rinunciato a passeggiate, anche in compagnia. Molti i ciclisti, anche a gruppi. Tantissimi con le mascherine, altrettanti senza. La responsabilità, prima di tutto, ma solo nel pensiero di alcuni. 

Poche persone in piazza Verdi, molte di più in piazza Politeama, tantissimi in via Libertà; tanti in via Maqueda; deserte via Cavour, Mariano Stabile, via Dante e via Sammartino. Da lunedì però potrebbe cambiare tutto, con le nuove regole. Ma ci vuole attenzione e senso di responsabilità.

“Da lunedì inizia per Palermo, per la Sicilia e per tutta l’Italia un periodo che ancora una volta richiede una grande responsabilità da parte di ognuno di noi”. Lo scrive il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in una lettera aperta ai palermitani in vista di lunedì 4 maggio, quando alcune restrizioni per il contenimento del coronavirus verranno allentate.

“Arrivare fin qui è stato faticoso per tutti noi, per le nostre famiglie, per i nostri figli e nipoti- scrive Orlando – Questi ultimi due mesi sono stati faticosi ma hanno permesso, soprattutto in Sicilia e pur avendo anche in Sicilia tantissime vittime e tanti lutti, di non vivere questa crisi sanitaria con la gravità vissuta in altre regioni italiane”.

“Non sprechiamo i risultati raggiunti, non vanifichiamo la fatica fatta da noi, dalle nostre famiglie, dalla nostra comunità – prosegue il sindaco di Palermo -. Vorrei che ognuno comprendesse che da da lunedì non ci sarà un “liberi tutti” e che questo sarà fatto per tutelare la nostra salute, quella di ciascuno di noi e delle persone cui vogliamo bene”. Dopo avere ricordato che “ci saranno controlli”, Orlando aggiunge: “Ora più che mai tocca ad ognuno di noi, alla nostra sensibilità e alla nostra intelligenza. Ora che potremo farne di più, pensiamo a quanto realmente sia necessario un nostro spostamento, una uscita di casa, un incontro con altre persone – dice il sindaco di Palermo rivolgendosi ai propri concittadini -. A volte saranno spostamenti indispensabili, a volte potranno essere rimandati, a volte saranno del tutto inutili”. Il sindaco Orlando conclude: “Oggi è fondamentale che tutti comprendano che non è venuto meno, anzi è ancora più presente di prima, il periodo della responsabilità individuale. Vi chiedo e invito tutti all’attenzione, alla responsabilità, ancora una volta ad un atto di amore verso voi stessi e verso le persone che vi stanno a cuore”.

Autobus pronti alla fase 2 con distanziamento sociale passeggeri

Meno passeggeri e mascherine obbligatorie a bordo. L’Amat, l’azienda di trasporto pubblico urbano di Palermo, si prepara alla fase 2 allineandosi alle prescrizione sul distanziamento sociale. Per assicurare la distanza di almeno un metro tra un viaggiatore e l’altro, sia seduti che in piedi, su tutti i mezzi sono già stati apposti adesivi che indicano il corretto posizionamento da mantenere durante il tragitto.

L’obbligo dell’ingresso su bus e tram con la mascherina viene indicato con appositi cartelli collocati all’ingresso dei mezzi e saranno costantemente divisi i flussi di entrata e di uscita. Inoltre, sempre dal 4 maggio, l’Amat ha individuato una serie di fermate (per i bus nelle sole linee centrali) che saranno temporaneamente sospese, con invito all’utenza, indicato sulla palina, a recarsi alla fermata successiva.

Tre squadre di operatori fra addetti alla verifica, bigliettai e operatori della mobilità si occuperanno di regolare il flusso dei passeggeri per la salita alle fermate dei bus e a bordo dei mezzi.

A partire da lunedì saranno riaperti i punti di vendita dei biglietti nelle sedi di via Giusti, piazzale Ungheria, piazza Indipendenza, piazzale J. Lennon, via Nina Siciliana, via Basile e al capolinea della rete tranviaria, secondo i consueti giorni e orari in vigore prima della sospensione. Gli uffici di via Borrelli, invece, rimarranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30. Nei punti vendita di via Giusti, piazzale Ungheria e nelle biglietterie con postazioni aperte al pubblico, saranno posizionati separatori trasparenti per assicurare i necessari livelli di protezione.

“Così come per i servizi ai cittadini, dai parchi ai cimiteri per finire agli uffici – ha detto il sindaco Leoluca Orlando ,- il Comune e le sue aziende stanno mettendo in campo uno sforzo straordinario perché da lunedì possano riprendere in assoluta sicurezza tante attività, per il cui corretto funzionamento saranno, comunque, indispensabili la collaborazione e il senso di responsabilità dei cittadini. Il governo nazionale ha riconosciuto l’importanza e la valenza sociale del trasporto pubblico, che non si è mai fermato in queste settimane e che ora deve garantire la possibilità della mobilità a quante più persone possibile nel rispetto delle norme di sicurezza. Sono grato all’Amat per lo sforzo fatto”.

“In questo momento molto difficile – afferma il presidente di Amat Michele Cimino – la nostra azienda sta facendo tutti i necessari sforzi per garantire la sicurezza pubblica dei suoi fruitori. Questa è anche un’occasione per ringraziare tutti gli operatori e il personale di Amat che stanno fornendo il massimo sforzo al servizio della città”.

A Palermo per andare ai giardini la prenotazione al Comune

Attivo sul sito istituzionale del Comune di Palermo il sistema di prenotazione che permette alle famiglie con bambini e ai cittadini con disabilità di prenotare dal prossimo 4 maggio in modo sicuro e contingentato i parchi e le ville cittadine. Le prenotazioni potranno effettuarsi collegandosi al seguente link: https://servizionline.comune.Palermo.it. L’ingresso avverrà per fasce orarie tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, con la modalità di prenotazione “oggi per domani”, per un massimo di cinque persone compresi gli adulti o gli accompagnatori. Sono considerate adulte le persone oltre i sedici anni di età, mentre per le persone con disabilità non esiste alcuna limitazione di età: dalle 9 alle 10,30, dalle 11 alle 13, dalle 14 alle 15,30 e dalle 16 alle 18.