Coronavirus, a Palermo librerie aperte e le strade tornano a popolarsi

0
243
palermo al tempo del coronavirus

Le strade di Palermo al tempo del coronavirus ritornano a popolarsi. Con la riapertura di alcune attività commerciali si è registrato una maggiore presenza di persone per le vie della città e nei pressi di supermercati e farmacie. Particolarmente affollata la zona pedonale di via Maqueda, nonostante le misure rigide previste dal Dpcm del governo e l’ultima ordinanza del presidente della Regione Musumeci che pur dando il via libera ad alcune attività commerciali, come ad esempio librerie e negozi per l’infanzia, ha mantenuto tuttavia le restrizioni già adottate in precedenza ed ha imposto l’uso di mascherine e guanti nei negozi di generi alimentari.

Una misura questa che è stata fatta rispettare dagli stessi commercianti e dai gestori dei supermercati, che hanno invitato i clienti anche a rispettare la distanza di sicurezza e hanno contingentato gli ingressi.

Non tutte le librerie e i negozi di articoli per bambini sono stati in grado di riaprire, alcuni negozi hanno infatti annunciato che non sono ancora nelle condizioni di far rispettare le misure di contenimento del contagio, altri si sono invece organizzati allestendo dei banchetti all’esterno dell’esercizio corredati dall’immancabile gel disinfettante. Insieme ad alcuni esercizi commerciali questa mattina ha riaperto anche il cantiere per la realizzazione dell’anello ferroviario, dove gli operai sono tornati al lavoro.