Coronavirus: al “Maria Eleonora hospital” trasferiti tutti i pazienti positivi

0
205

Sono stati trasferiti i pazienti risultati positivi al coronavirus dalla clinica Maria Eleonora a Palermo. Quattro sono stati portati all’ospedale Civico, tre al Covid Hospital di Partinico e sei nell’albergo San Paolo Palace. Nei giorni scorsi un’altra donna era stata trasferita sempre a Partinico e una seconda all’ospedale Civico. Si attende ancora l’esito su un centinaio di tamponi eseguiti su dipendenti, pazienti e parenti dei pazienti. Al momento sono 22 i positivi tra pazienti e dipendenti. L’assessorato regionale alla Sanità ha annunciato che verrà disposta una ispezione.

“Quattordici pazienti positivi trasferiti venerdì in centri Covid, tre operatori sanitari risultati positivi, di cui 2 in isolamento domiciliare dal 7 aprile, trasferiti all’Hotel San Paolo, nessun paziente od operatore positivo ai tamponi effettuati, e di cui si hanno i risultati, è attualmente presente a Maria Eleonora Hospital. Inoltre, 14 pazienti negativi sono stati dimessi con indicazione all’isolamento domiciliare”. Lo precisa in una nota la direzione della struttura privata palermitana. Nella clinica ci sono 25 pazienti: 18 ricoverati, il cui risultato del tampone è negativo, in aree già sottoposte a controllo e sanificazione, e sette ricoverati in attesa dei risultati dei tamponi effettuati già posti a suo tempo in area isolata.

“Questi ultimi, qualora risultassero negativi, saranno anch’essi dimessi, mentre – si legge nella nota della direzione – gli operatori sanitari con tampone negativo tornano a casa per poi riprendere la normale turnistica lavorativa”.

In queste ore si è iniziata l’igienizzazione e sanificazione di tutte le aree dell’ospedale di alta specialità, a seguito della quale – effettuata ogni altra necessaria verifica sanitaria – riprenderà la normale attività anche di supporto ad Asp Palermo.

“Consapevole dello stato di comprensibile apprensione in cui vivono in queste ore i familiari dei pazienti ricoverati – spiega la direzione sanitaria di Maria Eleonora Hospital – proseguono i contatti verso i familiari più stretti, per dare informazioni sullo stato di salute e psico-fisico dei degenti attualmente in struttura”.

“La situazione di Villa Maria Eleonora deve essere gestita con la massima professionalita’ e la massima fermezza, altrimenti rischia di diventare un focolaio nel cuore di Palermo che potrebbe rendere critica la situazione della città”. Lo dicono in una nota Igor Gelarda, Marianna Caronia, Elio Ficarra e Alessandro Anello del gruppo consiliare della Lega a Palazzo delle aquile.

“Abbiamo scritto una nota al direttore generale dell’Asp di Palermo e al sindaco Orlando, e per conoscenza anche al Prefetto, in cui chiediamo un intervento fermo e immediato su Villa Maria Eleonora”, continuano i consiglieri leghisti.

“Riteniamo necessaria una puntuale rapidissima verifica sulla reale situazione dei tamponi effettuati, di quelli risultati positivi, dei tempi di consegna degli altri tamponi effettuati, della quarantena di tutti coloro che sono entrati a contatto con questa struttura – si legge nella nota -. Non possiamo rischiare che Villa Maria Eleonora diventi un focolaio che si abbatta rovinosamente sulla citta’ di Palermo in un momento critico e pericoloso come questo”.