Coronavirus: in Sicilia 77 nuovi positivi, presto due milioni di tamponi rapidi

0
13

Sono 77 i nuovi casi di coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore. E’ quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. Attualmente ci sono 1.919 positivi. I tamponi eseguiti sono 4327 che portano il totale a oltre 407mila. Restano 292 i morti accertati per covid-19 nell’isola dall’inizio dell’epidemia. Dei nuovi positivi 2 sono migranti ospitati nell’hotspot di Lampedusa.

Sul fronte della suddivisione fra province sono 37 i nuovi contagiati da coronavirus a Palermo fra i quali ci sono i 2 migranti, 20 sono a Catania, 8 ad Agrigento, 4 a Ragusa e 4 a Trapani, 2 a Messina e 2 a Enna.

Due milioni di tamponi rapidi per la Sicilia: la metà disponibile giovedì, il resto la prossima settimana. Sistemati nei depositi della Protezione civile a Palermo e a Dittaino, saranno distribuiti alle aziende sanitarie. Finora sono 170.800 test sierologici effettuati nell’Isola, 402.836 i tamponi. “Siamo tra i primi ad avere questa tipologia di tamponi”, ha detto l’assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, che spiega che si è pensato soprattutto alle scuole: “Un genitore non può aspettare 24 ore per avere una risposta su un tampone fatto al figlio”. Il test col tampone rapido permette, ha spiegato, di fare emergere “in pochi minuti i casi positivi e valutare le azioni territoriali di screening”.

L’attesa, non solo dell’assessorato alla Salute, è di un aumento dei contagi.”Ci sarà – aggiunge Razza – una maggiore necessità di cure” e, in assenza di un vaccino, “nei prossimi sei mesi sarà fondamentale mantenere le buone prassi”. Fari, in particolare, su Palermo dove “c’è un numero significativo di casi, anche se la gran parte è asintomatica e abbiamo alzato l’asticella dell’attenzione”. La rete siciliana, però, assicura l’assessore, “è in grado di reggere”.