Coronavirus: morto il direttore del Parco archeologico di Siracusa Rizzuto

0
141

E’ deceduto il direttore del parco archeologico di Siracusa, Calogero Rizzuto, che era stato ricoverato in terapia intensiva da due settimane circa dopo essere risultato positivo al coronavirus.

Rizzuto, 65 anni, che ha ricoperto il ruolo anche di soprintendente ai beni culturali, avrebbe manifestato alcuni sintomi e si sarebbe sottoposto al test che ha svelato l’infezione. E’ stato successivamente trasferito in ospedale, all’Umberto I di Siracusa, tenuto sotto stretta osservazione dai medici e poi nel reparto di terapia intensiva riservato ai casi più critici di . Le prime notizie sembravano incoraggianti circa la reazione alle terapie. Erano scattati subito altri accertamenti per capire con quante persone era entrato in contatto il direttore del Parco archeologico di Siracusa.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, esprime “profondo cordoglio – si legge in una nota – per la morte di Calogero Rizzuto, il direttore del Parco archeologico di Siracusa, deceduto a causa del coronavirus. Lo avevo conosciuto alcuni mesi fa – dice Musumeci – apprezzandone, da subito, le sue qualità umane e professionali, per questo motivo lo avevo nominato per rilanciare l’area archeologica aretusea. Con la sua scomparsa, la Regione perde un dirigente serio e capace. Alla famiglia vanno le condoglianze del governo regionale”.

Il presidente, il consigliere delegato, il sovrintendente, i membri del Consiglio di amministrazione e tutto il personale della Fondazione Inda esprimono “profondo cordoglio” per l’improvvisa scomparsa dell’architetto Calogero Rizzuto, presidente del Parco archeologico di Siracusa, e si uniscono alla famiglia nel ricordo “dell’uomo di cultura, collaboratore prezioso e custode integerrimo del patrimonio archeologico della città”.