Coronavirus: polemica sui tamponi tra Comune e assessore Razza

0
18
coronavirus in europa

Sicilia ultima regione, in rapporto alla popolazione residente, per il numero di tamponi effettuati: 7.503,4 ogni 100 mila abitanti. Prima dell’isola, la Campania con 7.861,9 tamponi. Il dato medio nazionale è pari a 15.030,0 tamponi ogni 100 mila abitanti. Il maggior numero di tamponi è stato effettuato nelle regioni del nord est.

E’ quanto emerge dai dati del report dell’Ufficio Statistica del Comune di Palermo in merito all’epidemia Covid 19- coronavirus. Nella settimana dal 31 agosto al 6 settembre, in Sicilia sono stati effettuati 532,4 tamponi ogni 100 mila abitanti, il 32,3% in più rispetto alla settimana precedente ma pur sempre il secondo valore più basso fra tutte le regioni italiane dopo la Calabria, poco più della metà del valore medio nazionale (pari a 1042,3 tamponi ogni 100 mila abitanti).

Dati che, secondo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando “insieme alla recrudescenza di positivi asintomatici, confermano la necessità di un aumento del numero di controlli e anche delle forme di tracciamento”.

A stretto giro arriva la replica piccata dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza che attacca: “Il Comune di Palermo, ancora una volta e senza averne alcun titolo, diffonde una notizia che vedrebbe la Sicilia ultima in Italia per tamponi. Si tratta di una vicenda grottesca e falsata. In Sicilia, infatti, si applicano le linee guida nazionali sui soggetti cui fare i tamponi e nel rapporto tra positivi e numero di tamponi fatti siamo tra i primi in Italia. Il tampone si può fare a tutti i soggetti indicati dalle linee guida ministeriali e su tutti i contatti dei casi positivi o sospetti positivi”. “Valuterò nelle prossime giornate se esistono le condizioni per agire in giudizio contro il Comune di Palermo, che non è l’Istat siciliano – aggiunge Razza -. Perché questa stessa sollecitazione non la utilizza il sindaco di Palermo per diffondere i dati sulla raccolta differenziata? O su tutti gli aspetti che riguardano le sue competenze?”.