Corruzione a Palermo: di Seminerio i progetti per piazza e asilo Brancaccio

0
45

L’architetto Fabio Seminerio, una delle sette persone arrestate sabato scorso per corruzione a Palermo, è stato il progettista dell’asilo e della nuova piazza di Brancaccio per conto del Centro Padre Nostro, che li ha regalati al comune di Palermo. A confermarlo è lo stesso Seminerio che il 9 marzo 2019 nella suo profilo facebook scriveva: “Oggi con la presentazione al sindaco di Palermo del progetto per la realizzazione dell’asilo nido che si realizzerà a Brancaccio, è portata a termine l’iniziativa del centro di accoglienza Padre Nostro che ha avuto l’obiettivo di donare all’Amministrazione progetti definitivi per la realizzazione di infrastrutture tese al miglioramento dei servizi e della qualità di vita del quartiere di Brancaccio, in questo affiancato dall’Arcidiocesi di Palermo e dalla Fondazione Giovanni Paolo II di Firenze. Questa iniziativa ha condotto alla redazione dei progetti definitivi per la realizzazione di una piazza e, appunto, dell’asilo nido”.

“Cado dalle nuvole – spiega all’Ansa Maurizio Artale, responsabile del Centro padre Nostro fondato a Brancaccio da Don Pino Puglisi – lo conosco da circa vent’anni, ho letto i fatti di cronaca in cui è rimasto coinvolto Seminerio che è nostro consulente tecnico di fiducia, rispetto il lavoro degli inquirenti e dei magistrati e mi auguro che ne esca fuori pulito da questa vicenda. Con noi – aggiunge – Fabio Seminerio è sempre stato corretto. Proprio oggi avrebbe dovuto presentare una pratica all’ufficio tecnico del Comune per una questione da risolvere. La nostra collaborazione è iniziata tanti anni fa fino ad arrivare alla progettazione dell’asilo e della piazza, progetti che furono benedetti dal Papa il 15 settembre 2018”, conclude Artale. Il governo Conte ha già stanziato le somme per la realizzazione dell’asilo, adesso si attende che si trovino i fondi per la realizzazione della piazza. (ANSA)