Corruzione a Palermo, Varchi (FdI): “Il malaffare continua ad annidarsi”

0
88
mozione di sfiducia a orlando

“Nonostante le roboanti dichiarazioni del sindaco Orlando, il malaffare continua ad annidarsi nell’apparato amministrativo e burocratico del comune di Palermo”. Lo afferma Carolina Varchi, deputato nazionale Fratelli d’Italia e capo gruppo in commissione giustizia alla Camera.

“Alcuni dei coinvolti nell’indagine hanno già subito condanne, sia pur non definitive, per lottizzazione e, ciò nonostante, sono rimasti ben annidati nei gangli della rete che sostiene l’azione di Orlando – aggiunge Varchi -. Con il coinvolgimento dei capigruppo di maggioranza, cade una volta per tutte la presunzione di superiorità morale della sinistra palermitana. Orlando dovrebbe subito recarsi a riferire in un apposito consiglio comunale a porte aperte che auspico venga convocato al più presto e poi dimettersi. Gli anni del “sacco di Palermo” dovrebbero essere un incubo ormai lontano – conclude Varchi – ma l’edilizia privata sembra essere ancora un buco nero al comune di Palermo”.

Scarpinato chiede costituzione commissione garanzia e trasparenza

Il capo gruppo di Fdi Francesco Scarpinato a seguito degli arresti che hanno coinvolto due consiglieri comunali, due funzionari e imprenditori chiede immediatamente la presenza in aula del sindaco Leoluca Orlando e la costituzione d’urgenza della commissione garanzia e trasparenza. “Dobbiamo capire – dice – lo stato dei fatti e la commissione trasparenza è uno strumento che diventa fondamentale per approfondire quanto accaduto a tutela del consiglio comunale dell’amministrazione oltre che dei cittadini palermitani”.