Covid: in Sicilia 3.764 nuovi positivi e 27 morti, via libera quarta dose over 80

0
24

In Sicilia sono 3.764 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 26.773 tamponi processati. Ieri i nuovi positivi erano 5.692. Il tasso di positività scende al 14% mentre ieri era al 16%. L’Isola è oggi all’ottavo posto per contagi. Gli attuali positivi sono 142.425 con un decremento di 5.882 casi. I guariti sono 10.177 mentre le vittime sono 27 portano il totale dei decessi a 10.309.

Negli ospedali i ricoverati sono 1.003, 34 in meno rispetto a ieri, in terapia intensiva sono 59, 1 in meno rispetto a ieri.

I contagi da Covid19 nelle singole province: Palermo 935 casi, Catania 784, Messina 792, Siracusa 434, Trapani 411, Ragusa 237, Caltanissetta 199, Agrigento 390, Enna 140.

Prosegue il trend di decrescita dei contagi da Covid-19 e continuano a diminuire anche le ospedalizzazioni. Nella settimana dal 4 al 10 aprile l’incidenza di nuovi casi positivi è stata pari a 32749 (-18.8%), con un valore cumulativo di 677.51/100.000 abitanti. Il maggior tasso di nuovi positivi rispetto alla media regionale si è registrato nelle province di Messina (1024/100.000 abitanti), Trapani (722/100.000), Siracusa (703/100.000) e Agrigento (685/100.000). Le fasce d’età più a rischio, invece, sono quelle tra gli 11 e i 13 anni, (1091/100.000 abitanti), e tra i 6 e i 10 anni (1040/100.000).

Sul fronte vaccinazioni i dati sono riferiti alla settimana dal 6 al 12 aprile. Nella fascia d’età 5-11 anni, i vaccinati con almeno una dose si attestano al 27,91% del target regionale. Risultano aver completato il ciclo primario 75.243 bambini, pari al 23,90%. Nella fascia over 12 anni, i vaccinati con almeno una dose sono l’89,97% mentre ha completato il ciclo primario l’88,68% del target. Sono 851.544 i cittadini che possono effettuare la somministrazione booster, ma non l’hanno ancora fatta. Complessivamente i vaccinati con dose aggiuntiva/booster sono 2.691.408, pari al 75,97% degli aventi diritto.

Dal 1° marzo sono state effettuate 1.746 somministrazioni di quarta dose agli over 12 con marcata compromissione della risposta immunitaria e che hanno già completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi da almeno 120 giorni.

Infine, dal 12 aprile anche in Sicilia è scattato il via libera alla cosiddetta quarta dose, che altro non è che la seconda dose di richiamo con vaccino a mRNA. In alcune province, le vaccinazioni proseguono a rilento, come a Palermo e a Catania. Diverse prenotazioni, invece, si stanno registrando in provincia di Messina. Secondo la circolare ministeriale dell’8 aprile scorso è possibile effettuare la quarta dose nei punti vaccinali attivi. Ad averne diritto sono gli over 80, gli ospiti di Rsa e gli utenti tra i 60 e gli 80 anni con elevata fragilità, purché sia trascorso un intervallo minimo di 120 giorni dalla terza dose, cioè la prima dose di richiamo. Questa indicazione, si legge nella circolare, non si applica ai soggetti che abbiano contratto l’infezione da Sars-CoV-2 successivamente alla somministrazione della terza dose.