Covid: Orlando: stop a soste in centro dalle 16 alle 22, stretta sugli abusivi

0
21

“Siamo molto preoccupati per la salute pubblica, nelle prossime ore firmerò un’ordinanza con la quale si vieta lo stazionamento in centro città dalle 16 alle 22 e per l’intera giornata sia sabato che domenica. Nelle isole pedonali si potrà soltanto camminare o mettersi in fila per entrare nei negozi. Non si potrà inoltre sostare in spiaggia in tutto il litorale di Palermo, sabato e domenica”. Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando, in una video conferenza stampa da remoto, che ha annunciato che l’ordinanza entrerà in vigore da giovedì.

“Su richiesta delle categorie che ho incontrato ieri adotteremo il massimo rigore per il contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale. I mercati rionali – ha aggiunto Leoluca Orlando – sono consentiti, ma vanno rispettati i protocolli e qualora gli ambulanti autorizzati non dovessero attenersi alle regole sarò costretto a chiuderli. Faremo controlli fotografici per monitorare la situazione. Al Prefetto – ha proseguito Orlando – ho esposto alcune valutazioni in merito ad alcuni provvedimenti che intendo assumere. Siamo in presenza di un virus che ci ha ricordato del diritto alla salute”.

“Ho inviato una nota all’Asp, all’assesorato regionale alla pubblica istruzione e all’ufficio scolastico regionale perché se non ho garanzie sulla sicurezza all’interno delle scuole dell’obbligo sono pronto a chiuderle con una ordinanza”, ha inoltre sottolineato Leoluca Orlando. “Farò come ha fatto il sindaco di Bagheria – ha sottolineato Orlando – che ha chiuso le scuole fino a sabato a causa dell’alta percentuale di contagi. Certamente sarà un provvedimento che dipenderà proprio dai dati relativi alla diffusione del virus nelle scuole dell’obbligo, perché sugli istituti superiori non posso intervenire”. Il sindaco ha anche rivolto un appello “a tutti a stare a casa il più possibile”.

“Invito tutti i cittadini a stare in casa quanto più possono, perché io credo che siamo alla possibile vigilia di una tragedia e io vorrei evitare che ci sia nella nostra città una medicina di guerra. E’ un allarme che al momento non posso smentire”. E’ l’appello che il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha lanciato nel pomeriggio ai cittadini. “Ci sono conseguenze sulla salute dei cittadini e delle conseguenze economiche. Da oggi il Governo ha annunciato l’erogazione dei ristori per gli imprenditori, spero che non faccia brutta figura e che si proceda in maniera veloce”, ha sottolineato Orlando.

“L’allarme dei medici a livello nazionale è forte e coinvolge la dimensione del vivere civile e le categorie produttive, come sindaco di Palermo sono fortemente preoccupato e c’è anche un problema che non riguarda i dati dei contagi, che adesso vengono comunicati a tutti i sindaci, ma avevo chiesto all’assessore anche i dati sui letti e i posti disponibili nelle strutture”, ha detto il sindaco Leoluca Orlando riferendosi all’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. “E’ necessario avere un quadro corretto su cosa stia accadendo – ha aggiunto – Questi dati continuano a non essere forniti e chiedo nuovamente che ci vengano inviati. E’ anomalo che un sindaco non abbia questi dati, che non possa accedere a tutta la piattaforma dedicata”.