Crocetta ultimo tra i governatori per apprezzamento, il primo è Emiliano

0
48
rosario crocetta
rosario crocetta

Crocetta ultimo tra i governatori per apprezzamento, il primo è il presidente della Puglia Michele Emiliano. Lo rileva un sondaggio di Index research che ha stilato una classifica sulla base della “soddisfazione dell’operato dei presidenti di Regione”. Emiliano, con il 57,4% del gradimento nel terzo trimestre dell’anno (56,9% nel secondo) si piazza al primo posto davanti al governatore del Veneto, Luca Zaia (centrodestra), che incassa il 55,4% del gradimento, e a quello della Liguria, Giovanni Toti (centrodestra), che ottiene il 53,6% dai suoi cittadini.  Ultimo è il presidente siciliano Rosario Crocetta (con il 28,4%).

“Un ultimo posto, quello ottenuto dal presidente Rosario Crocetta nel sondaggio sul grado di soddisfazione dei cittadini sui presidenti delle proprie regioni, che conclama il disastro del governo regionale. Crocetta e il suo esecutivo sono l’espressione di una politica sempre più distante dal sentire comune dei siciliani, un’esperienza di governo che è a tutti gli effetti un rosario di insuccessi e fallimenti”. A dirlo è Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana.

“E’ da tempo che sostengo sia stato un errore che il mio ex partito Ncd, oggi Ncs, sostenesse questo Governo”,  ha detto all’ITALPRESS, il senatore Renato Schifani, coordinatore nazionale di Forza Italia per il “no”, a Catania. “Ricordo come Angelino Alfano, a Ragusa, nell’ottobre del 2015 – ha aggiunto -, avesse detto “non sosterremo mai Crocetta nemmeno sotto mentite spoglie”, per poi il 4 novembre di quello stesso anno designare attraverso Gianpiero D’Alia il suo alleato, l’assessore Vermiglio. I dati parlano chiaro. Gli amici di percorso che ho lasciato stanno sbagliando: l’elemento fondante del Nuovo Centro Destra, oggi Nuovo Centro Sinistra, era un altro. Io ritengo che il vero Centrodestra abbia una grande occasione che non si deve lasciare sfuggire, quella di individuare al più presto un candidato condiviso, per la Regione Siciliana, di consentirgli di realizzare un programma con gli alleati e di fare una vera e forte campagna contro le inefficienze di Crocetta, dei suoi compagni di viaggio, dei suoi partiti, anche come quello che io avevo fondato che definisco ormai il partito “dell’attak alla poltrona'”.

“In Sicilia stiamo lavorando in maniera fantasticamente unita. Anche qui sceglieremo il candidato che ci darà maggiori garanzie per vincere. In Sicilia guardiamo con attenzione all’Udc che vuole uscire dal Governo Crocetta”. Lo ha detto il commissario di Forza Italia in Sicilia, Gianfranco Miccichè, a Catania. E sul sostegno al Governo Crocetta dell’Udc ha aggiunto: “Io sono convinto che D’Alia ha sbagliato tutto: aveva una grande occasione, l’ha mancata. Ha avuto un’intuizione di cui i siciliani avrebbero volentieri fatto a meno”.

“Crocetta finalmente primeggia in una classifica: peccato per lui che è quelle dei peggiori governatori d’Italia. Ha fatto pochissimo per la Sicilia e quel poco che ha fatto lo ha clamorosamente sbagliato, non per nulla lo abbiamo definito “Re Mida al contrario”: quello che tocca tramuta in cenere”. Il gruppo parlamentare M5S all’Ars commenta la graduatoria dei governatori delle Regioni italiane, stilata in base ad un sondaggio di Index Research, in cui Crocetta è all’ultimo posto per gradimento, o capovolgendo la cosa, il primo degli ultimi. “I fatti – dicono i parlamentari M5S – dimostrano che le nostre mozioni di sfiducia erano tutt’altro che sbagliate. Questo governo sarà ricordato come uno dei peggiori della storia della Sicilia e, purtroppo, a farne le spese sono i siciliani, che per fortuna prestissimo avranno modo di restituire la cortesia in cabina elettorale”.