Custonaci: improvvisa esplosione in una cava, due operai feriti gravissimi

0
96

Custonaci: improvvisa esplosione in una cava, due operai sono rimasti feriti, mentre stavano lavorando nella cittadina del trapanese. G.F., di Custonaci, 43 anni, e F.P.M., trapanese di 77 anni, sono ricoverati in gravi condizioni al centro grandi ustionati dell’ospedale Civico di Palermo.

L’episodio ieri pomeriggio in contrada Piano Alestra mentre i due stavano utilizzando esplosivo per estrarre del marmo dalla parete rocciosa. Nel corso delle operazioni è avvenuta l’esplosione, probabilmente a causa di un malfunzionamento della carica, che ha investito i due operai. L’operaio trapanese, più anziano, ha ustioni nel 90% del corpo, il secondo nel 50%. Sull’incidente del lavoro indagano i carabinieri della compagnia di Alcamo.

I due operai, gravemente feriti in una cava di Custonaci, sono dipendenti della “Sem”, una snc con sede a Palermo, specializzata nell’utilizzo di esplosivi per l’estrazione del marmo. “Le operazioni di estrazione – dice Alberto Santoro di Confindustria Trapani – sono ormai da anni affidate dagli imprenditori del settore a ditte specializzate che hanno le prescritte autorizzazioni e le competenze per maneggiare il materiale esplosivo”.

La Procura di Trapani ha aperto un fascicolo di inchiesta sull’incidente sul lavoro che ha causato gravi ustioni a due operai in una cava di marmo a Custonaci. L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Rossana Penna, è condotta dai carabinieri di Alcamo che hanno provveduto a sequestrare i locali dell’azienda e i mezzi in uso. Subito un collega li ha condotti all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. Poi il trasferimento al Civico di Palermo.