Davide Shorty e Fabrizio Cammarata di scena a “Lampedus’Amore”

0
19

Sport e musica caratterizzeranno la seconda serata di “Lampedus’Amore” il Premio giornalistico internazionale dedicato a “Cristiana Matano”.

Infatti stasera alle 18,30 il nuovo stadio “The bridge” ospiterà l’incontro di calcio “Un pallone per amico” con la partecipazione dei giovani lampedusani, dei migranti ospiti sull’isola, di attori, giornalisti, musicisti e politici, ma in campo ci saranno anche alcune giocatrici di Serie A e della Nazionale di calcio femminile, appena qualificata per i Mondiali del 2019.

Alle 21,30 invece, Salvo La Rosa presenterà “Pensieri e canzoni”, la serata musicale, sempre in piazza Castello, con Davide Shorty, Fabrizio Cammarata, Antonio Dimartino, Antoine Michel & Vittorio Sbordone.

Davide Shorty, palermitano, diventato popolare grazie alla partecipazione alla nona edizione di “X Factor”, ha detto: “è la mia prima volta a Lampedusa, un’isola che vive il contrasto tra la sua natura, le sue bellezze, e la disperazione di chi vuole salvarsi: un luogo molto intimo per un artista”.

Nel suo brano “Terra” infatti si avverte la sensazione di amore e odio che chi sta al sud prova quando capisce che deve andar via. “Ma nei nostri viaggi – ha proseguito l’artista – non c’è la disperazione che si porta dentro chi lascia guerra e fame; noi non moriamo in viaggio. Chi comanda deve capire che l’uomo si è sempre mosso e che fermarlo è contro natura, capisco il controllo ma non l’accanimento, l’incitamento all’odio: è questa la piaga da combattere. Noi giovani vogliamo un futuro capace di unire, non di dividere. I migranti sono uno spauracchio che non esiste, un capro espiatorio per distrarci da ben altri problemi”.