Di Battista: “Se la Lega vuole la Tav torni da Berlusconi e non rompa i cogl…”

0
107

“Se le Lega intende andare avanti su un buco inutile che costa 20 miliardi e che non serve ai cittadini, tornasse da Berlusconi e non rompesse i coglioni…”. E’ quanto ha dichiarato l’esponente M5s Alessandro Di Battista, nel corso di una diretta Facebook in Abruzzo per sostenere, assieme al vicepremier Luigi Di Maio, la candidata alla Regione Sara Marcozzi.

“Questa storia che siamo per il no alle infrastrutture è una bugia totale – ha sottolineato – che come tante altre che ci hanno riguardato smantelleremo. Noi siamo favorevoli all’Alta velocità Roma-Pescara, all’alta velocità Palermo-Catania e Roma-Matera, a investire nella metropolitana di Torino, a investire nei porti di trieste e Genova, per cui siamo favorevolissimi, per noi un Paese riparte con le infrastrutture, ma infrastrutture giuste per i cittadini e i pendolari”.

“Fino a quando ci sarà il M5S al governo la Tav non ci sarà. Quella è un’opera che vuole la peggiore lobby di questo Paese ma il Movimento Cinque Stelle sta dall’altra parte. Invece della Tav siamo per una nuova metro a Torino, una linea Roma-Pescara, Roma-Matera, una linea Tav Palermo-Catania, cioè dalla parte delle opere da fare”. Lo ha detto il vice premier Luigi Di Maio a Penne, nel Pescarese, nella sua giornata abruzzese a sostegno della candidata presidente alle elezioni regionali del prossimo 10 febbraio Sara Marcozzi. Nel corso della giornata Di Maio è stato alla stazione di Pescara insieme con la candidata Sara Marcozzi per informarsi sui tempi di percorrenza delle tratte Pescara-Roma.