Dialogo tra Noi con Salvini e Fratelli d’Italia: “A Palermo siamo noi il centrodestra”

0
80

Asse tra Noi con Salvini e Fratelli d’Italia per le comunali di Palermo. Ieri, in occasione della visita del leader del Carroccio a Lampedusa, i coordinatori regionali di Fratelli d’Italia Giampiero Cannella e del movimento leghista Alessandro Pagano si sono incontrati all’aeroporto “Falcone e Borsellino” per uno scambio di opinioni sulle amministrative di Palermo e la situazione politica regionale insieme con Matteo Salvini.

La scelta di Forza Italia e dei centristi di sostenere Fabrizio Ferrandelli, da sempre contestata dai due movimenti, “apre un problema di rappresentatività per gli elettori di centrodestra che anche a Palermo sono potenziale maggioranza  – ha spiegato Giampiero Cannella agli alleati -. Non possiamo lasciarli senza un chiaro riferimento, un candidato e un programma credibili”.

Ed in effetti il coordinatore regionale di Noi con Salvini, Alessandro Pagano, avrebbe rivelato ieri i dati di un sondaggio riservato che fa registrare livelli di consensi significativi per i partiti di Salvini e della Meloni nel caso si schierino in campo assieme.

“Da Palermo alla Regione non accetteremo mai ammucchiate centriste e senza identità”, ha tagliato corto Pagano. Il tema delle amministrative di Palermo resta comunque centrale. Dall’incontro di ieri sembra sia emersa la chiara volontà di ribadire l’intesa tra Noi con Salvini e Fratelli d’Italia, asse che prevede una scelta condivisa del candidato sindaco e potrebbe spingersi fino alla presentazione di una unica lista comune che, secondo i sondaggi, garantirebbe il superamento della soglia di sbarramento. In settimana Matteo Salvini incontrerà Giorgia Meloni a Roma per una chiusura su Palermo.

Intanto, dopo la rottura tra Ferrandelli e Forza Italia,  il dibattito tra gli azzurri resta acceso. Tutte le opzioni, anche le più clamorose, sono sul tappeto. Il centrodestra a Palermo, insomma, è ancora un cantiere aperto.