Disagi idrici a Palermo, riprende potabilizzazione dell’acqua dell’invaso Poma

0
132

“I tecnici dell’Amap presenti sul posto, hanno comunicato che i prelievi di acqua effettuati alla diga Poma mostrano una consistente riduzione della torbidità, scesa sotto i 500 Ntu (aveva raggiunto i 150.000 nei giorni scorsi)”.

Lo rende noto l’Amministrazione comunale di Palermo, sottolineando in una nota che “a breve riprenderà quindi il trattamento di potabilizzazione dell’acqua di quell’invaso che sarà poi immessa nell’acquedotto che serve i comuni della fascia costiera e la zona nord della città di Palermo.

E’ previsto che l’acqua potabilizzata arrivi in città non prima di 24 ore, dopo aver riempito le condotte e i serbatoi collocati lungo il percorso”. “Resta al momento impossibile il prelievo dell’acqua dalla diga Rosamarina, nel cui lago i fiumi hanno trasportato fino ad oggi ingenti quantitativi di fango, detriti e materiali inerti”, aggiunge la nota del Comune.