Disciplinare Csm su Silvana Saguto, la decisione arriverà non prima del 22 febbraio

0
61
silvana saguto

Non arriverà prima del 22 febbraio la decisione della disciplinare del Csm nei confronti di Silvana Saguto, l’ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, sospesa da oltre due anni dalle funzioni e dallo stipendio e sotto processo penale a Caltanissetta per presunte irregolarità nella gestione dei beni confiscati.

Il “tribunale delle toghe” non ha riconosciuto il legittimo impedimento che il magistrato aveva invocato con un certificato medico ed ha fissato per il 22 febbraio la prossima udienza, in cui verranno svolte le repliche, prima che la sezione disciplinare si ritiri in camera di consiglio per poi emettere sentenza.

Il 22, dunque, Saguto potrebbe rendere dichiarazioni spontanee: come riferito dalla sua difesa a Palazzo dei Marescialli, sarebbe sua intenzione comparire davanti al Csm. Nell’udienza di lunedì scorso, il sostituto pg di Cassazione Mario Fresa ha chiesto per Saguto la sanzione più severa prevista dalla legge, ossia la rimozione dall’ordine giudiziario. (AGI)