Docenti, professionisti e cittadini a sostegno di Salvo Pogliese

0
336

Salvo Pogliese, candidato sindaco di Catania per il centrodestra scalda i motori e annuncia alla stampa la costituzione di un “Comitato tecnico” che si occuperà della stesura del programma elettorale. Un gruppo fatto non solo da professionisti ed esperti di sanità, scuola, sport, infrastrutture, sociale, del mondo dell’imprenditoria e dell’associazionismo, ma anche con la partecipazione attiva dei cittadini.

Sarà possibile inviare spunti, riflessioni e proposte per la città anche tramite l’indirizzo di posta elettronica dedicato: unasceltadamore@gmail.com.

All’Hotel Nettuno di Catania, quartiere generale del candidato sindaco, la presentazione di idee e progetti e della prima fase del percorso partecipativo. “Una scelta d’amore per Catania che ho compiuto – ha detto Salvo Pogliese – una scelta coraggiosa e di cui sono assolutamente consapevole e orgoglioso. Sono disponibile a lasciare una comoda poltrona da parlamentare europeo per immaginare un nuovo percorso esaltante ed entusiasmante, ma scomodo come quello del sindaco della città con un miliardo di euro di buco di bilancio con 2800 dipendenti a fronte di 5200 previsti in pianta organica. Una scelta d’amore per la mia città a cui sono visceralmente legato che mi ha sempre tributato grande attestazione di stima, di affetto e di consensi e che è giusto ricambiare attraverso un atto di servizio”.

“Quello in cantiere – ha aggiunto – è un progetto assolutamente innovativo e totalmente differente rispetto al passato: saranno i singoli cittadini, le associazioni di volontariato, il mondo dell’imprenditoria a compiere un percorso partecipativo. In questi anni il Palazzo di città è stato distante dai problemi dei cittadini, dai catanesi, dai suoi uomini e dalle sue donne, laddove si è percepita l’idea di una città assolutamente diversa rispetto a quella reale. C’era un sovrano e c’erano dei sudditi: noi immaginiamo un percorso completamente diverso che rappresenterà un elemento discriminante della passata esperienza amministrativa”.

Sarà Paolo La Greca, docente di Urbanistica all’Università di Catania il coordinatore del Comitato tecnico. Componenti del Comitato sono Paolo Battiato, ingegnere civile, Roberto Bonaccorsi, commercialista e revisore dei conti, già sindaco di Giarre, ex assessore al Bilancio del Comune di Catania, Agatino Cariola, professore ordinario di Diritto costituzionale all’Università degli Studi di Catania, Santi Cascone, ingegnere, professore ordinario di Architettura tecnica, all’Università degli Studi di Catania, già presidente dell’Ordine degli ingegneri di Catania, Giovanni Ciampi, direttore M.C.A.U. (Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza), del Garibaldi di Catania, ex consigliere comunale e assessore al Turismo di Catania, ex vicepresidente della Provincia regionale di Catania, Danilo Di Giacomo, commercialista, revisore dei conti, Salvatore Felis, medico e direttore di Cardiologia ospedale Garibaldi di Catania, Marella Ferrera, stilista, ex assessore alla Cultura del Comune di Catania, Maurizio Ferro, medico chirurgo, specialista in Odontoiatria e Stomatologia, Stefano Gresta, fisico, già presidente dell’Ingv (istituto nazionale di geoficica e vulcanologia), Giacomo Guglielmo, ingegnere, esperto per il Traffico del Comune di Catania, Matteo Ignaccolo, docente di Pianificazione e Progettazione dei Sistemi di Trasporto all’Università degli Studi di Catania, presidente dell’Associazione italiana per l’ingegneria del traffico e dei trasporti, Nello Imposa, geologo, docente di Geofisica applicata e Geofisica ambientale all’Università degli Studi di Catania, Rosario Lanzafame, professore ordinario di Sistemi per l’Energia e l’ambiente, ex presidente dell’Apea (Agenzia provinciale per l’energia e l’ambiente). E ancora Luigi Lauriola, attivo nel settore del volontariato, Orazio Licciardello, professore ordinario di Psicologia sociale all’Università degli Studi di Catania, Livia Magnano di San Lio, vicepresidente Associazione Zic (Zona industriale Catania). Ivan Maravigna, avvocato, ex consigliere comunale di Catania, amministratore delegato della Soaco, società di gestione dell’aeroporto di Comiso, Barbara Mirabella, manager, esperta di pubbliche relazioni e comunicazione, Enrico Nicosia, docente di Geografia del turismo presso l’Università degli Studi di Macerata, Sergio Parisi, presidente della Fin Sicilia (Federazione italiana nuoto), vicepresidente vicario del Coni Sicilia, ex assessore alla Sport del Comune di Catania, Francesco Paternò, ingegnere, Sergio Pintaudi, primario Rianimazione ospedale Garibaldi Centro, Dario Pistorio, vicepresidente Confcommercio Catania, ex presidente regionale della Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi), Giovanni Selvaggi, presidente di Confagricoltura Catania, Riccardo Tomasello, manager terzo settore e cooperative, Raffaele Zanoli, ex dirigente dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia, ex provveditore agli Studi di Catania, Marco Palumbo, primario di Ginecologia all’ospedale Santo Bambino. (Fonte Italpress)