Doppia preferenza di genere anche per le elezioni regionali: disegno di legge Pd

0
27

Anche per il rinnovo dell’Assemblea regionale siciliana. La doppia preferenza, già in vigore per le elezioni comunali, da estendere nelle consultazioni per il rinnovo degli inquilini di sala d’Ercole in Assemblea regionale siciliana. E’ quanto prevede il ddl su “Riequilibrio della rappresentanza di genere negli organi elettivi ed amministrativi degli enti territoriali della Regione siciliana e negli enti e società soggetti al controllo pubblico”, sottoscritto da tutti i parlamentari Pd.

“E’ un atto di civiltà e di democrazia che proietterebbe la Sicilia verso una politica di rispetto del ruolo e dell’importanza delle donne in politica, rimuovendo gli ostacoli che oggi impediscono la parità nelle cariche elettive”, afferma Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars.

Il disegno di legge stabilisce che anche per l’elezione del parlamento regionale sia introdotta, così come accade nei rinnovi degli enti locali, la doppia preferenza di genere. La possibilità cioè di esprimere all’interno della stessa lista elettorale due voti di preferenza di genere diverso.

“E’ necessario – continua – coprire un vulnus legislativo per adeguare la Sicilia alle altre Regioni che invece già applicano la normativa nazionale sulla doppia preferenza di genere”. Il ddl prevede anche il riequilibrio della rappresentanza di genere nelle Giunte e nei consigli di amministrazione di tutte le società partecipate.