Dramma familiare a Carini: uccide la moglie mentre era al lavoro

0
395

Un uomo di 41 anni, Marco Ricci, ha ucciso nel pomeriggio a Carini, in provincia di Palermo, la moglie Anna Maria Scavo, 36 anni. I due, secondo quanto riferito, erano separati ma l’uomo non si era rassegnato alla fine del rapporto.

Il dramma familiare si è consumato all’interno del negozio di scarpe, in corso Italia, dove la donna lavorava come commessa, quando è stata colpita alla gola con un taglierino. Con i due c’era anche il figlio, rimasto lievemente ferito e trasportato con l’ambulanza all’ospedale Cervello. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

Ricci, dopo aver ucciso la moglie, è rimasto barricato nell’esercizio commerciale. Sono stati i vigili del fuoco ad aprire la porta e i carabinieri l’hanno bloccato.

“E’ una vicenda che addolora l’intera collettività. Anna era una gran lavoratrice. La conoscevamo. In paese dicono che aveva presentato denunce contro l’ex marito che ogni tanto si presentava in negozio. Quando succedono queste cose si rimane davvero sconvolti”. Lo dice il sindaco di Carini Giovì Monteleone, rimasto impressionato dall’assassinio di Anna Scavo, uccisa dal marito da cui si stava separando. “La tragedia ci tocca tutti. Sono davvero addolorato che si sia arrivati di nuovo ad una conclusione cosi’ drammatica. Tutta Carini è sconvolta da quanto successo. Peccato che si arrivi sempre troppo tardi”, conclude.

Anna Maria Scavo si era rivolta più volte ai carabinieri della Compagnia per denunciare le aggressioni subite dall’uomo che si presentava nei pressi dell’esercizio commerciale e la minacciava perché non avrebbe accettato la fine del rapporto. Ancora la dinamica dell’omicidio non è chiara e sono in corso accertamenti. I militari stanno ascoltando il figlio della coppia, di 14 anni, rimasto ferito. E’ lui il testimone principale. Non si sa ancora come l’adolescente sia rimasto ferito e neppure se la lite sia iniziata fuori o dentro il negozio.