Droga a Palermo: operazione Tornado con 13 misure cautelari, 8 arresti

0
104

Operazione “Tornado” antidroga dei carabinieri di Palermo: eseguite 13 misure cautelari per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nelle prime ore del mattino, un centinaio di militari dell’Arma ha dato esecuzione all’ordinanza emessa dal gip di Palermo, su richiesta della procura: 8 gli arresti domiciliari e 5 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le indagini, condotte dai militari della Stazione di Brancaccio tra aprile e giugno 2019, mediante attività tecniche, hanno consentito di gruppo criminale attivo nel quartiere Sperone e di individuare la florida piazza di spaccio.

 L’organizzazione poteva contare su una schiera di pusher e vedette che operava nel tratto di strada monitorato con turnazioni giornaliere. A un semplice cenno del cliente lo spacciatore si avvicinava per effettuare la vendita o, in base alla richiesta ricevuta, si appartava in un luogo adiacente e recuperava la droga. Un vero e proprio market a cielo aperto della droga in un’area che può essere considerata una delle piazze di spaccio più attive della Sicilia occidentale.

Ecco gli indagati nell’operazione Tornado condotta a Palermo dai carabinieri. Ai domiciliari sono finiti Salvatore Costa, 43 anni, Giuseppe Asaro, 52 anni, Antonio Megna, 47 anni, Rosario Camarda, 46 anni, Giovanni Lisciardelli, 31 anni, Patrizio Dalfone, 39 anni, Rosolino Chifari, 58 anni, Michele Pantaleo, 25 anni. Hanno l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria Vito Pellegrino, 34 anni, Pietro Paolo Marino, 23 anni, Gaetano Paolo Camarda, 24 anni, Alessio Sammartino, 22 anni, Giacomo Catanzaro, 26 anni.