Dybala non basta, Palermo – Milan 1-2. Menez segna il gol partita

0
8

Una gara giocata bene, con varie occasioni da gol create, ma che non ha consentito agli uomini di Iachini di fare punti. Il Palermo perde la gara di Pasqua per 2-1 contro un Milan che approfitta soprattutto degli errori dei rosanero. Prima è Cerci a sfruttare un rimpallo e battere Sorrentino, poi il pari di Dybala su rigore procurato da Belotti, infine la galoppata vincente di Menez, autore del gol partita. Male il Palermo che accumula la terza sconfitta consecutiva.

 

Dopo la sosta per favorire le gare delle nazionali il tecnico del Palermo Iachini decide di mischiare un po’ le carte per tentare di tornare al gol e ben figurare contro il Milan, una delle grandi che peggio sta figurando in questa stagione. Torna al centro della difesa il Pipo Gonzalez coadiuvato da Vitiello con Lazaar e Rispoli sulle fasce. A centrocampo c’è Jajalo mentre a supporto di Dybala, con Vazquez, c’è anche Quaison. Ancora panchina per il Gallo Belotti.

 

Dopo pochi minuti dall’inizio del match è il Milan ad avere la prima buona occasione con un bel tiro di Destro che riesce a districarsi da una mischia dal limite dell’area, Sorrentino para e l’azione dei rossoneri sfuma. Il Palermo risponde al 13’ con Dybala, l’argentino salta Antonelli sul lato destro d’attacco e tenta la conclusione a giro dal limite dell’area, palla fuori. Al 23’ Quaison si veste da CR7 e salta tutti, l’ultimo avversario lo atterra ma Dybala intercetta il pallone e di prima si lancia in profondità riuscendo a raggiungere la sfera: il numero 9 cede in mezzo per Vazquez che è solo ma riesce a fallire il più clamoroso dei gol davanti la porta.

 

Reagisce il Milan al 24’, Barreto regala un pallone agli uomini di Inzaghi, Cerci d’esterno crossa per Destro che in acrobazia manda fuori di poco. Poco dopo è la squadra di Iachini a rifarsi sotto con un tiro di Rigoni servito da Quaison: Diego Lopez non ha problemi a bloccare la conclusione centrale. Al 33’ grandissima azione di Dybala che fa fuori Paletta in velocità, l’argentino cede a Quaison che calcia sul primo palo, Lopez si salva in angolo con la complicità di un compagno di squadra.

 

Al 37’ il Milan passa in vantaggio dopo un bel contropiede, Abate cede in mezzo a Cerci che è fortunatissimo nel rimpallo, Sorrentino tocca ma la palla carambola di nuovo sull’ex giocatore dell’Atletico Madrid che segna: 0-1. Al 41’ Rispoli mette in mezzo, Dybala tocca e serve Rigoni che sbaglia, sul rimpallo Barreto segna ma il gioco è già fermo per fuorigioco. Doveri manda tutti negli spogliatoi senza concedere recupero mentre a bordocampo si prepara già Belotti.

 

Comincia bene in Milan con una grandissima avanzata di Menez che semina il panico nella difesa rosanero, Gonzalez mette in angolo in spaccata. Al 49’ sugli sviluppi di un angolo Paletta non ha la lucidità di fermare il pallone e calciare con i piedi, il suo tentativo di testa va altissimo sopra la traversa. Al 54’ Chochev rileva Barreto infortunato. Destro va in gol ma sul lancio del compagno l’ex romanista è in fuorigioco. Al 58’ è il momento di Belotti, a cedergli il posto in campo è Quaison.

 

Un minuto dopo su un angolo Vazquez calcia al volo e dà la sensazione al pubblico del gol, l’argentino però colpisce solo l’esterno della rete. Dopo i gialli ad Abate e Vitiello. Al 71’ Belotti salta in area Paletta che lo stende, è rigore e giallo per l’italo-argentino. Al tiro va Dybala che angola alla perfezione alla sinistra di Lopez. L’argentino esulta abbracciando il fisioterapista: 1-1. Il Milan reagisce e su un cross di Menez Antonelli di tacco impegna seriamente Sorrentino che esulta come se avesse segnato dopo la parata.

 

Dybala rischia di mandare al pronto soccorso la maggior parte dei tifosi del Barbera con una rovesciata volante che finisce fuori dallo specchio della porta. Doppio cambio per il Milan al 77’: dentro Pazzini e Suso per Cerci e Destro. All’83’ Rigoni perde palla a centrocampo innescando la grande corsa di Menez, il francese arriva al limite dell’area quasi indisturbato e batte Sorrentino: 1-2. 88’ fuori Jajalo dentro Lagumina, Iachini si gioca il tutto per tutto. 92’ Il Milan perde due minuti per effettuare la sostituzione Poli-Menez.

 

Tabellino

 

Palermo: 70 Sorrentino (cap.); 3 Rispoli, 2 Vitiello, 12 Gonzalez, 7 Lazaar; 27 Rigoni, 28 Jajalo (88’ 54 La Gumina), 8 Barreto (54’ 18 Chochev); 21 Quaison (58’ 99 Belotti), 20 Vazquez; 9 Dybala. A disposizione: 1 Ujkani, 5 Milanovic, 10 Joao Silva, 14 Della Rocca, 15 Bolzoni, 19 Terzi, 22 Ortiz, 25 Maresca, 33 Daprelà. Allenatore: Giuseppe Iachini.

 

Milan: 23 Diego Lopez; 20 Abate (cap.), 5 Mexes, 29 Paletta, 31 Antonelli; 21 Van Ginkel, 34 De Jong, 28 Bonaventura; 22 Cerci (77’ 8 Suso), 9 Destro (77’ 11 Pazzini), 7 Menez (92’ 16 Poli). A disposizione: 32 Abbiati, 66 Gori, 2 De Sciglio, 14 Albertazzi, 19 Bocchetti, 25 Bonera, 33 Alex, 36 Mastalli. Allenatore: Filippo Inzaghi.

 

Arbitro: Daniele Doveri (Roma 1). Assistenti: Lorenzo Manganelli (Valdarno) – Omar Gava (Conegliano). Quarto ufficiale: Alfonso Marrazzo (Tivoli). Arbitri aggiuntivi: Antonio Damato (Barletta) – Luigi Nasca (Bari).

 

Reti: 37’ Cerci, 72’ Dybala, 83’ Menez. Note: Ammoniti: Abate (M), Vitiello (P), Paletta (P), Jajalo (P), Mexes (M). Angoli 5-6. Recuperi: 0’ e 4’.