Elezioni europee, Mineo: “Vogliamo Europa solidale e con il salario minimo”

0
46

“Per le prossime europee La Sinistra italiana è collegata con forze che governano in Portagallo, in Grecia, con la sinistra laburista e con chi speriamo governerà in Spagna dopo le elezioni politiche. Unidos Podemos potrebbe governare con i socialisti e i catalani, ma la cosa più importante è che questa Europa non è quella che fa i ‘jobs act’ e non è quella che baratta le conquiste operaie sperando di ottenere la ripresa  con meccanismi reganiani”. Lo ha detto, questa mattina, a Palermo Corradino Mineo, candidato capolista della lista “La Sinistra” alle elezioni del prossimo 26 maggio.

Presenti anche i responsabili delle componenti sociali e politiche che sostengono la lista: Sinistra Italiana, Rifondazione Comunista e Sinistra Comune. “Noi vogliamo – ha aggiunto Mineo – una Europa solidale con il salario minimo europeo e il fondo di solidarietà contro le diseguaglianze”.

“La lista della Sinistra con cui ci presentiamo in queste elezioni europee – dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista- è l’unica che nel parlamento europeo può opporsi alle politiche di Junker e delle destre che finora ci hanno soffocato”.
“Una lista che ha avuto la capacità di superare le appartenenze e uscire fuori dal recinto dei partiti che la compongono. Una lista capace di raccontare tante storie e che vede protagoniste le battaglie dei territori”. afferma Gandolfo Albanese, segretario Sinistra Italiana Palermo. 
“Ci riconosciamo nella candidatura di Corradino Mineo perché rappresenta per noi l’aspirazione al confronto fra mondi differenti e all’apertura verso esperienze altre, che da sempre caratterizza Sinistra Comune”, dicono i portavoce di Sinistra Comune: Luigi Carollo, Mariangela Di Gangi e Antonella Leto.

Mineo: vogliamo parlare all’elettorato del Movimento 5 stelle

Da Palermo lancia un appello al Movimento 5 Stelle Corradino Mineo, il candidato capolista de “La Sinistra” alle prossime elezioni europee. “Bisogna agire sui Cinque stelle perché tolgano ogni alibi a Salvini. Noi vogliamo parlare all’elettorato del Movimento 5 stelle – ha detto Mineo – e pensiamo con sinistra di avere le carte in regola sia per le nostre posizioni  niente affatto liberiste per la tutela dei lavoratori, sia perché non abbiamo scheletri nell’armadio, tipo Umbria”.

Mineo: bisogna combattere contro la borghesia mafiosa

 “In Sicilia c’è la questione della mafia, soprattutto della corruzione grande incubatrice delle mafie che è all’ordine del giorno, vedi Siri, Arata, Nicastri, Matteo Messina Denaro. A questo non si può rispondere con la linea ambigua del vecchio governo regionale che era alleato con Sicindustria e Montante”. Lo ha detto Corradino Mineo, capolista de “La Sinistra” alle prossime elezioni europee del 26 maggio. “Bisogna tornare – ha proseguito – a quello che, se mi permettete, dicevano tanto tempo fa, ad inizio degli anni Settanta, Mario Mineo e il manifesto siciliano, cioè bisogna combattere contro la borghesia mafiosa che è il vero problema della Sicilia e ormai di gran parte dell’Italia, e non soltanto contro i killer mafiosi”.