Elezioni Palermo, Francesco Cascio: “Sarò il vicesindaco di Lagalla”

0
30

“Sarò il vicesindaco di Roberto Lagalla, fuori quota come espressione di tutti i partiti dopo il gesto di responsabilità e di generosità a favore dell’unità della coalizione di centrodestra, dopo le tensioni dei giorni scorsi”. Lo ha detto Francesco Cascio ai giornalisti a margine dell’apertura della campagna elettorale di Alessandro Anello, candidato al consiglio comunale di Palermo in vista delle elezioni del 12 giugno. “Fratelli d’Italia ha fatto una forzatura su Lagalla, perché sul mio amico fraterno Cascio – afferma Anello – eravamo ad un passo dalla sua candidatura a sindaco ma adesso dobbiamo vincere tutti assieme”.

“Ho fatto un passo indietro per la presenza di Roberto Lagalla, candidato a sindaco di Palermo – precisa Cascio – se no non mi sarei mai ritirato. L’unità del centrodestra è un valore e lo dimostrano le elezioni che abbiamo perso alle scorse amministrative in altre città. Per me è un nuovo esordio nella politica, torno con il ruolo che i partiti mi vorranno assegnare”.

“Come amico e come persona me lo auguro, siccome c’è un tavolo con i partiti della coalizione è giusto che il tavolo aperto affronti questo insieme con i tanti problemi che sono legati alla convivenza della coalizione”, ha precisato Roberto Lagalla.

Ma Cascio ai giornalisti poi ha svelato di una telefonata con Fabio Giambrone, attuale vicesindaco di Palermo: “Con Fabio Giambrone con il quale siamo amici da anni, al di là delle appartenenze politiche, e mi ha detto che non abbiamo idea delle difficoltà che troveremo in città”. Salvo poi correggere il tiro: “Con l’attuale vicesindaco Fabio Giambrone abbiamo parlato delle difficoltà della gestione di una città grande, difficile e complessa come Palermo e del fatto che un ruolo in giunta comunale è difficile da conciliare, praticamente incompatibile, per la mole di lavoro al servizio della città e dei palermitani con l’attività di medico, considerato che si tratta di un impegno totalizzante. Con Giambrone ci siamo scambiati reciprocamente in bocca al lupo e lui mi ha ribadito che è certo della vittoria del centrosinistra”.

“Prendo atto della precisazione di Francesco Cascio, che ha riportato fedelmente una telefonata assolutamente informale sulla difficoltà di conciliare il ruolo in giunta comunale, in una realtà come Palermo, con la sua attività lavorativa, considerato che il ruolo di vicesindaco si traduce in un impegno a tempo pieno”, ha tenuto poi a dire all’ANSA il Giambrone, che ha evidenziato i temi della telefonata che Cascio gli ha fatto e nella quale il vicesindaco ha ribadito di essere certo della vittoria del centrosinistra.