Elezioni: schede ristampate a Palermo, Orlando: “Rammaricati per i disagi, faremo altre verifiche per accertare eventuali responsabilità”

0
53
comune di palermo

“Siamo rammaricati per i disagi agli elettori ma registro che questa nuova legge ha provocato fenomeni anche più gravi in altre parti d’Italia”. Lo ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, all’uscita dal seggio elettorale dove ha votato, commentando all’ANSA quanto accaduto in 200 sezioni di Palermo in cui è stato necessario ristampare le schede a causa di un errore nella perimetrazione dei collegi.

“Il riscontro delle schede nel corso delle giornata di sabato – ha spiegato Leoluca Orlando – ha portato alla necessità di ristampare delle schede corrette durante la notte, che sono state distribuite di mattina in tutti i seggi. Questo ha provocato in alcune sezioni della città un ritardo nell’apertura dei seggi ma tutto si è risolto nel modo migliore”.

A seguito dei fatti relativi alle schede sbagliate per l’elezione del Senato a Palermo, già sabato il sindaco Leoluca Orlando, ha chiesto una relazione al segretario generale, il quale nella giornata di domenica ha comunicato, informa il Comune, che da prime verifiche sembrerebbe che “non ci siano responsabilità ascrivibili alla dirigenza comunale”.

Ciononostante, il sindaco Leoluca Orlando ha chiesto che “una volta terminata la procedura elettorale che ovviamente richiede massima attenzione e presenza, siano svolte ulteriori verifiche al fine di sgombrare il campo da dubbi o adottare i necessari provvedimenti”.