Elezioni Sicilia, Sinistra litigiosa: Micari e il ministro Martina botta e risposta con Fava e Fratoianni

0
49
claudio fava

“La sinistra sta cercando di usare il voto siciliano per una prova di muscoli in vista della definizione delle alleanze che ci saranno per le nazionali a febbraio. Mi sembra sbagliato, è inopportuno, non solo si dà un voto inutile perché non porterà Fava alla presidenza, ma questo indebolisce la proposta del centrosinistra, che è la più efficace, noi siamo gli unici che possiamo garantire un futuro a questa terra”. Lo ha detto Fabrizio Micari, candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra che ha tenuto una conferenza stampa con il ministro dell’ Agricoltura Maurizio Martina, a Palermo per sostenere a sua candidatura.

“Si stanno giocando tante partite – ha aggiunto Micari – ho già parlato dell’uso manipolatore dei sondaggi che misurano solo un dato d’opinione e invece sono stati impropriamente manipolati per dare un significato diverso. Io sono felice di aver catturato in soli due mesi un quarto del voto di opinione, per qualcosa in più a qualcuno ci sono voluti quarantotto anni – ha aggiunto con un chiaro riferimento a Nello Musumeci -. A questo si sommerà il voto dei candidati e delle liste. Sono convinto che vinceremo, alla faccia degli invidiosi e nonostante la macchina del fango”.

“Siamo qui per chiedere un voto di sostegno all’unica alternativa politica possibile alla destra e ai Cinque stelle”, ha detto il ministro Maurizio Martina. Rivolgendosi alla Sinistra di Mdp, che appoggia Claudio Fava, Martina ha aggiunto: “Se si lavora con questa attenzione nei prossimi giorni anche a sinistra si capirebbe che qui stiamo facendo un lavoro per tutti e non solo per questo o quel partito”. Per il ministro “c’è l’occasione in Sicilia di costruire un punto di unità a favore di Fabrizio Micari, non bisogna perdere neanche mezzo voto, il mio appello è che qui si comprenda che l’alternativa alla demagogia di destra e ai Cinque stelle sta nel sostegno a Fabrizio Micari, alla sua squadra, al suo progetto. Questa è la cosa più importante. Non si giochino partite politiche che hanno più a che vedere con i palazzi romani che con questa terra”.

“Affermare come fa il vicesegretario del Pd, il ministro Maurizio Martina, che il voto a Claudio Fava è un voto inutile è un’espressione ignobile sul piano umano e politico. Anticipa la loro sconfitta ancor prima del 5 novembre. Mi sarei aspettato che Micari prendesse le distanze dalla volgarità di queste parole ma leggo che anch’egli parla di “sondaggi manipolati e macchina del fango”. C’è un modo dignitoso di subire una sconfitta: Micari e il suo partito hanno scelto, invece, di uscire di scena nel peggiore dei modi, con parole rancorose e offensive. Anche su questo i siciliani saranno capaci di giudicare”, ha replicato il candidato della Sinistra alla presidenza della Regione Claudio Fava.

“Il ministro e vicesegretario del Pd Martina mi ha convinto. Non bisogna assolutamente sprecare neanche un voto in Sicilia di fronte alla demagogia del M5S e della destra”. Lo ha affermato Nicola Fratoianni, segretario nazionale di Sinistra Italiana, replicando alle parole dell’esponente del Pd. “Aggiungerei anche – ha proseguito Fratoianni – che nessun voto a sinistra deve andare sprecato di fronte ad un’esperienza di governo regionale, quella del Pd, disastrosa e di fronte ad un alleanza Pd Alfano che conferma che l’unica alternativa per il futuro della Sicilia è votare Fava. Si, lo confesso, Martina mi ha convinto ed è per questo che nei prossimi giorni fino alla fine della campagna elettorale starò in Sicilia a sostenere l’unico voto utile per il cambiamento: quello per Claudio Fava”. (ANSA/AGI)