Emergenza abitativa a Palermo, per il Sunia “in città ci sarebbero 40 mila immobili sfitti”

0
35

L’emergenza abitativa sarà al centro domani di un incontro a Palermo tra le agenzie immobiliari, il Sunia, la Cgil e l’assessore comunale alla Cittadinanza sociale, Giuseppe Mattina.

L’appuntamento è alle 9.30 nella sede del sindacato in via Meli 5. L’obiettivo è individuare nuovi strumenti per garantire contemporaneamente gli inquilini, che per difficoltà temporanee non sono in condizioni di pagare il canone di locazione, e i proprietari degli immobili, assicurando la certezza del recupero dei canoni.

“A Palermo ci sono 40mila immobili sfitti e una richiesta pressante di migliaia di famiglie alla ricerca di appartamenti, molti con difficoltà economiche” dicono il segretario Sunia Palermo, Zaher Darwish, e il segretario provinciale, Mario Ridulfo.

Crescono le procedure di sfratto che hanno raggiunto la cifra di 1.500 esecuzioni l’anno. “Assieme alle agenzie discuteremo di possibili soluzioni per trovare un punto d’incontro e garantire allo stesso tempo le famiglie in difficoltà, che chiedono un tetto, e i proprietari delle case” aggiungono. Il Sunia e la Cgil hanno già fatto delle proposte all’Amministrazione comunale, che “si è dimostrata disponibile ad aprire questo confronto con le agenzie”. Le proposte saranno illustrate nel corso della riunione.

“Sarà l’occasione per consolidare i rapporti di collaborazione tra il Sunia e le agenzie immobiliari, con le quali speriamo di poter stipulare presto delle convenzioni”, concludono Darwish e Ridulfo.