Emergenza sangue in Sicilia, l’assessore Baldo Gucciardi fa appello ai donatori

0
30

Non è certo una novità. La Salute non si può concedere ferie e vacanze. Ci mancherebbe. Puntuale nel periodo estivo si ripropone negli ospedali siciliani un antico problema come quello dell’emergenza sangue che riguarda però tutto il territorio nazionale.  Le zone più critiche in Sicilia sono le tre aree metropolitane: Palermo, Catania e Messina. Oasi felice il Ragusano e il Siracusano. Qualche carenza si registra anche nel Nisseno.

L’assessorato regionale alla Salute e l’Azienda Ospedali riuniti “Villa Sofia-Cervello” lanciano un appello e organizzano un evento di sensibilizzazione e di informazione sulla donazione del sangue in Sicilia.

Martedi’ prossimo, alle 11, presso il Centro trasfusionale dell’ospedale Cervello a Palermo, l’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, il direttore del Dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico, Ignazio Tozzo, che ha promosso l’iniziativa, e il direttore dell’Azienda “Villa Sofia-Cervello”, Gervasio Venuti, oltre a sottoporsi alla donazione, incontreranno i giornalisti per fare il punto sulla donazione e sul fabbisogno di sangue in Sicilia.

Interverranno all’incontro anche il capogruppo del Pd all’Ars, Alice Anselmo, il direttore del Centro Trasfusionale dell’Ospedale Cervello Raimondo Marcenò, il dirigente del servizio trasfusionale dell’assessorato alla Salute, Attilio Mele, i vertici dell’Istituto Zooprofilattico siciliano, Luciana Giammanco, Dirigente generale del Dipartimento regionale della Funzione pubblica, dipendenti dell’assessorato alla salute e del Dipartimento attività sanitarie che effettueranno una donazione di sangue, in uno spirito di solidarietà che non deve mancare soprattutto nel periodo estivo, nel quale il rallentamento delle donazioni può causare difficoltà all’assistenza sanitaria.