Tragedia a Catania, esplosione per fuga di gas: 3 morti e due feriti gravi

0
94

Sono tre le vittime della violenta esplosione a Catania. Si tratterebbe di un uomo trovato carbonizzato all’interno della piccola officina per biciclette da dove si è sprigionata la fuga di gas; e di due vigili del fuoco. Erano quattro i pompieri trasportati in due ospedali. Due hanno riportato estese ustioni.

Secondo una prima ricostruzione il boato ha interessato l’edificio di via Garibaldi dove è stata inviata una squadra dopo la segnalazione dei vicini: i pompieri hanno utilizzato una motosega per tagliare il catenaccio; quando però l’attrezzo ha toccato la catena, la scintilla ha innescato l’esplosione stato che ha investito i vigili del fuoco.

Nel zona del Fortino si e’ recato anche il sindaco Enzo Bianco. Una inchiesta è stata aperta dalla procura etnea.

La persone deceduta nell’abitazione sarebbe un sessantenne che viveva nella palazzina e che lavorava come venditore e riparatore di biciclette. Sarebbe suo il corpo carbonizzato trovato in via Sacchero a Catania, dove viveva in affitto. Nello stesso palazzo aveva casa e negozio.

“Sono qui dove c’è stata l’esplosione, in via Garibaldi 316. Una tragedia. Due vigili del fuoco morti, due gravi. Un civile morto. Esplosione di bombola. Sono qui ad abbracciare i vigili del fuoco! Una dolorosa tragedia per la città”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Catania Enzo Bianco.