Europee, Meloni (FdI): “Al posto di Musumeci io sarei stata più coraggiosa al posto”

0
211
musumeci

L’immagine di Giorgia Meloni vicina a Nello Musumeci durante la campagna elettorale delle elezioni regionali siciliane oggi sembra un vecchio ricordo. Dopo la scelta del governatore di restare alla finestra, assieme al movimento #diventeràbellissima, negli ambienti di Fratelli d’Italia non è andata giù. Tanto da provocare una frattura, che appare insanabile tra lo stesso Musumeci e il senatore Raffaele Stancanelli, l’ex sindaco di Catania, eletto con Fratelli d’Italia, presente in prima fila a Palermo all’incontro della Meloni.

“Ho letto una posizione di neutralità del presidente Musumeci che francamente non comprendo a meno che non sia dettata da una difficoltà nel mantenere compatta la maggioranza, in ogni caso io sarei stata più coraggiosa al posto suo. E’ comunque un elemento di chiarezza per i siciliani che nelle prossime elezioni europee sanno che se vogliono votare a destra la scelta è di votare Fratelli d’Italia”, ha detto la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, a Palermo, per presentare la formazione del gruppo al comune, formato da Mimmo Russo e Francesco Scarpinato, rispondendo ai cronisti sulla scelta del governatore di non schierarsi per il voto di maggio.

“Stiamo lavorando ancora alle liste delle Europee, non sono chiuse – ha aggiunto Giorgia Meloni – ma anticipo che la lista sarà qui, ma anche negli altri collegi italiani, liste molto forti e pensiamo di rappresentare alle prossime europee la vera sorpresa elettorale. Credo che il nostro percorso di coerenza, l’aver lavorato in questi mesi senza pregiudizio nei confronti del governo, votando quello che era compatibile con ciò per cui i cittadini ci avevano votato a maggioranza e non votando ciò che consideriamo dannoso per gli italiani stia pagando. Fratelli d’Italia – ha sottolineato – è la forza politica più credibile e coerente che ci sia”.

Poi sul possibile accordo con gli autonomisti di Raffaele Lombardo ha detto: “Non ho interlocuzioni con Raffaele Lombardo e non abbiamo accordi a livello nazionale, ma a livello locale i nostri rappresentanti dialogano con tutti, perché come si sa siamo interessati ad allargare i nostri confini”.

Meloni sul governo regionale

“Il governo regionale ha trovato una realtà molto complessa sulla quale cominciare a lavorare, ha avuto bisogno di molto tempo per riorganizzare la macchina, un lavoro complesso, credo che ci siano lati positivi nella sua attività, il tema della spesa dei fondi europei  per esempio segnala una discontinuità col passato, credo che si possa fare ancora di più e meglio e Fratelli d’Italia sta dando una mano. E’ nostra la proposta di sostenere gli studenti fuori sede e i siciliani costretti ad allontanarsi per le cure sanitarie dando un contributo regionale per poter calmierare le spese perché la Sicilia ha bisogno di risposte concrete”, lo ha detto Giorgia Meloni, a Palermo, per presentare la formazione del gruppo di Fratelli d’Italia al Comune di Palermo rispondendo ai giornalisti che le hanno chiesto un giudizio sul governo regionale.