Festa di sport e di famiglie con oltre 15mila partecipanti alla StraPalermo – Corri StraPapà

0
106

Più di 15mila, secondo le stime dell’organizzazione, sono le persone che hanno sfilato per le vie del centro cittadino dando vita ad una grande festa dello sport a Palermo, nonostante il tempo incerto fino all’ultima ora, ma la StraPalermo – Corri StraPapà, organizzata dall’ACSI Sicilia Occidentale in collaborazione con il Comune di Palermo, ha regalato un’emozione unica.

La passeggiata ludico motoria ha preso il via puntuale con i più piccoli in trepidazione per correre accanto ai loro genitori, amici, fratellini ed anche nonni.  “In soli tre anni siamo riusciti a dar vita ad una manifestazione capace di coinvolgere più di quindicimila persone – commenta Salvo Di Bella, organizzatore della StraPalermo – Corri StraPapà -. Palermo è una città che risponde sempre con interesse allo sport ed oggi ha dato prova del suo grande cuore. Grazie a tutti, per aver partecipato con grande entusiasmo”.

Tutti stretti in un abbraccio solidale hanno sfilato da via Cavour a via Roma, continuando per via Torino, via Maqueda e ritrovarsi davanti al teatro Massimo per il ristoro finale. Tra le curiosità si segnala la bambina più piccola di 4 mesi che ha sfilato indossando la t-shirt e il pettorale.

Quest’anno la manifestazione, in collaborazione con BNL Gruppo BNP Paribas, contribuirà ad incrementare la raccolta di fondi a favore della Fondazione Telethon, mettendo in evidenza il connubio tra sport ed impegno sociale.

Spazio anche alla gara competitiva, partita alle 9, sulla distanza dei 9 km. che ha visto trionfare, sugli oltre 800 partecipanti, Luca Cimò della Universitas Palermo che ha tagliato il traguardo in 29 minuti e 19 secondi. Alle sue spalle Filippo Lo Piccolo della Monti Rossi Nicolosi in 29:32 e gradino più basso del podio per Riboty Diaz Luciano dell’ACSI Palermo che ha concluso la gara in 30 minuti e 46 secondi.

Tra le donne primo posto per Barbara Bennici della società Casone Noceto che ha completato i tre giri in 34 minuti e 14 secondi, seguita da Maria La Barbera (35:15) e Sofia Cassata (37).