Finanziaria, Armao: “Via libera dal governo, non accadeva dagli anni ’90”

0
20

“Legge di bilancio e legge di stabilità 2020 passano sostanzialmente indenni il controllo di costituzionalità del Governo centrale (impugnato un solo comma, di quest’ultima, il 14 dell’art. 10 su sgravi contributivi, peraltro di iniziativa parlamentare). Non accadeva, a mia memoria, dalla fine degli anni 90”. Lo dice l’assessore regionale al Bilancio Gaetano Armao.

“Di fronte alla normativa finanziaria più imponente degli ultimi 25 anni (1,3 miliardi euro di risorse impegnate), 40 pagine di norme complesse per far fronte alla drammatica crisi, è un risultato importante per la Sicilia del Governo Musumeci e della compatta maggioranza parlamentare che ha votato queste leggi”, aggiunge Armao.

Amata: Opposizioni bloccano rimodulazione delle somme del Patto per il Sud 

“Non possiamo che essere soddisfatti che la finanziaria regionale abbia passato pressoché indenne le forche caudine del governo nazionale e questo sblocca una manovra attesa dalle imprese e dai lavoratori siciliani, permettendo la riprogrammazione e l’utilizzo di oltre 400 milioni di euro già in questa prima fase. E’ grave però che, mentre si sblocca una manovra finanziaria epocale da un miliardo e 300 milioni di euro, in commissione bilancio sia stata bloccata dalle opposizioni la rimodulazione delle somme del Patto per il Sud presentata dal governo regionale”. Lo ha dice Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d’Italia all’Assemblea regionale siciliana.

“Imprese, famiglie e lavoratori siciliani ci guardano – continua Amata – ma non dobbiamo lasciare indietro nessuno, tanto meno i lavoratori stagionali del turismo per i quali è stata impugnata a Roma la norma che prevedeva 10 milioni per un sostegno una tantum e per i quali dovremo trovare una soluzione alternativa all’interno del bilancio della Regione”.