Frenata in casa del Palermo che contro il fanalino di coda Livorno non va oltre il pari 1-1

0
17
stefano moreo

Frenata in casa dei rosanero che non vanno oltre il pareggio contro il fanalino di coda Livorno. A decidere la partita i gol, entrambi nel primo tempo, di Moreo e Raicevic. Non è fortunato il debutto in tribuna della delegazione inglese che si è impegnata ad acquistare il Palermo entro il 30 dicembre. E non ha riscaldato l’ambiente la loro presenza allo stadio: 5.734 gli spettatori presenti al Barbera.

In campo la prima contro l’ultima, ma non si vede perché la squadra di Stellone incappa in una giornata negativa in cui non trova mai ritmo e brillantezza, mentre quella di Breda ci mette il cuore portando a casa un punto meritato e prezioso in chiave salvezza. Il Palermo cerca la via della porta avversaria fin dalle prime battute. Al 10′ punizione da buona posizione di Falletti ma l’esecuzione è da dimenticare, con palla altissima.

Padroni di casa al 14′ che vanno in vantaggio: Falletti libera in area con l’esterno Moreo che con il destro infila Mazzoni. Il Livorno prova a reagire, ma non sembra essere in grado di pungere. Il Palermo gioca con sicurezza, anche troppa e infatti al 25′ i labronici pareggiano alla prima occasione: traversone dalla trequarti sinistra morbido dell’ex Diamanti, Rajkovic legge male la traiettoria facendosi sorprendere dal pallone, Raicevic controlla e con il destro in diagonale dal vertice dell’area piccola supera Pomini.

Per il resto della prima frazione poche emozioni con supremazia dei padroni di casa, ma nessuna vera occasione da rete. Nella ripresa il Palermo si mantiene in avanti ma la manovra non è fluida e troppi i passaggi sbagliati. Al 19′ è il Livorno a rendersi insidioso con un gran sinistro di Diamanti sul quale Pomini si salva in angolo con una gran parata.

Stellone inserisce Trajkovski per Szminski e torna al 4-2-4 nella speranza di ritrovare il ritmo delle ultime gare. Livorno vicinissimo al gol al 35′, ma Pomini fa il miracolo e salva due volte sulla linea su Diamanti e Di Gennaro. Dall’altra parte al 38′ Mazzoni dice di no a un gran colpo di testa di Moreo. Al 43′ un sinistro da fuori di Jajalo lambisce il palo.

Il tabellino Palermo – Livorno 1-1

Palermo (3-4-1-2): Pomini 7.5, Szyminski 6 (Trajkovski 6), Bellusci 6, Rajkovic 5; Rispoli 5.5, Haas 5 (31′ st Murawski sv), Jajalo 6, Aleesami 6; Falletti 6; Puscas 5, Moreo 6.5 (40′ st Embalo sv). In panchina: Brignoli, Accardi, Ingegneri, Salvi, Chochev, Mazzotta, Fiordilino, Pirrello, Cannavò, Murawski. Allenatore: Stellone 6.

Livorno (3-4-1-2): Mazzoni 6; Bogdan 6.5, Dainelli 6.5, Di Gennaro 6.5; Valiani 6.5, Luci 6, Agazzi 6, Fazzi 6 (29′ st Bruno 6); Diamanti 6.5 (41′ Murilo sv); Canessa 5 (1′ st Porcio 6), Raicevic 6.5. In panchina: Romboli, Zima, Marie Sainte, Gasbarro, Pedrelli, Iapichino, Maiorino, Gonnelli, Maicon. Allenatore: Breda 6.5.

Arbitro: Marini di Roma 6.

Reti: 14′ pt Moreo, 25′ pt Raicevic.

Note: Giornata fredda, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 5.734. Ammoniti: Porcino, Fazzi, Bellucci, Falletti, Agazzi. Angoli: 3-3. Recupero: 0′; 5′. (in collaborazione con Italpress)