Giorgia Meloni al lavoro per creare un nuovo soggetto politico

0
102
giorgia meloni

Ad Atreju Giorgia Meloni aveva annunciato che Fdi avrebbe lavorato per aggregare un rassemblement più ampio, aperto alle energie e ai soggetti più vitali del territorio che si richiamano al centrodestra.

Il primo appuntamento elettorale è rappresentato dalle elezioni europee della primavera prossima, che prevedono sistema proporzionale e sbarramento al 4 per cento. Ognuno dei partiti principali, insomma, correrà per sé, con buona pace delle coalizioni classiche, ma le forze in campo vanno organizzate da subito. E così, lontano dai riflettori, i contatti e gli incontri proseguono con un mondo di amministratori, politici esperti e leader di movimenti interessati al progetto che vede Fratelli d’Italia punto di riferimento per una federazione capace di attirare settori dell’opinione pubblica che gravitano in una certa area ma non si riconoscono né in Fi né nella Lega di Salvini.

Già nella manifestazione dell’Isola Tiberina c’era, in nuce, il parterre della potenziale federazione: dai presidenti delle Regioni Liguria, Giovanni Toti (con i suoi Arancioni), e Sicilia, Nello Musumeci (#diventeràbellisima), a Vittorio Sgarbi (Rinascimento), da Stefano Parisi (Energie) a Raffaele Fitto (Noi con l’Italia) e a Andrea Augello (Cuoritaliani).

Anche Nunzia De Girolamo viene data, da alcuni, pronta ad aderire, anche se c’è chi vede nella recente partecipazione di Matteo Salvini alla sua festa di compleanno un segnale di avvicinamento al Carroccio. Ma al momento, per l’ex ministro delle Politiche agricole, di sicuro c’è solo la lontananza da Forza Italia.

In ogni caso, il progetto è in piedi e entro la fine dell’anno assumerà connotati più solidi. In concreto, alle Europee, il logo di Fratelli d’Italia sarà ben presente e visibile, con una parte, però, che richiamerà simbolicamente la caratterizzazione federativa con altri soggetti. (In collaborazione con Adnkronos)