Governo Crocetta in crisi: l’arrivo di Pistorio spinge alle dimissioni Caleca

0
22

Sembra un fulmine a ciel sereno. Oppure no. Certo nel giro di due giorni due dimissioni dal governo regionale sono un po’ troppe. Il Governo Crocetta è in crisi: l’arrivo di Giovanni Pistorio spinge alle dimissioni  Nino Caleca. Si è dimesso l’assessore all’Agricoltura, noto avvocato penalista. Proprio nel giorno in cui il governatore Rosario Crocetta ha annunciato l’ingresso in giunta di Giovanni Pistorio (Udc). sarebbe proprio questa la causa che ha scatenato la decisione di uno dei principi del Foro, voluto al governo da Lino Leanza, in quota Sicilia democratica.

Il governo di Crocetta, così, continua a perdere pezzi. All’indomani dell’assessore alla Funzione pubblica della Sicilia Ettore Leotta, ecco con una lettera scritta a mano, e indirizzata al Presidente, l’annuncio delle dimissioni, come scrive Live Sicilia. La decisione è arrivata a sorpresa durante il vertice di maggioranza.

“Sinceramente non capisco le dimissioni dell’assessore Caleca”, ha detto all’Adnkronos il Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta. E forse non le hanno capite i militanti di Sicilia democratica che adesso pur sostenendo l’azione di governo non avranno un riferimento in giunta.

“Continuo a sognare una politica nuova, pulita e trasparente per la Sicilia, non ci rinuncio. Avverto un totale senso di estraneità di fronte a incomprensibili ritorni al passato. Le mie dimissioni sono irrevocabili e con effetto immediato. Presidente, ti voglio bene”. Sarebbero queste le poche righe – secondo Live Sicilia – di Caleca a Crocetta.

Caleca sarebbe stato mosso dall’arrivo tra i suoi colleghi assessori di Giovanni Pistorio, segretario dell’Udc e in passato assessore del governo di Totò Cuffaro e luogotenente di Raffaele Lombardo nell’Mpa, dove era contrapposto proprio a Lino Leanza, il fondatore di Sicilia democratica, recentemente scomparso.

Crocetta ora deve pensare alla nomina del trentaseiesimo assessore in due anni  e mezzo. sarà certamente un politico, perché nonostante Crocetta abbia sempre respinto le ipotesi di ingresso di politici in Giunta, stavolta pare che stia guardando a rafforzare il suo governo e l’unica strada ad oggi pare sia quella di una massiccia presenza di politici.