Grande Guerra, a Ventimiglia di Sicilia una mostra dedicata ai Caduti italiani

0
22
grande guerra

La mostra itinerante dedicata alla memoria del sacrificio siciliano nella Grande Guerra è giunta al suo appuntamento finale: nata dalla volontà del Comando militare dell’Esercito in Sicilia di estendere a tutta la regione l’omaggio ai monumenti ai Caduti eretti nel primo periodo post-bellico, già reso nella città di Palermo nei mesi scorsi, l’esposizione torna nella provincia di partenza, dopo un ideale giro dell’isola.

L’attività espositiva, martedì 30 luglio alle 10.00, verrà inaugurata presso l’anfiteatro di Ventimiglia di Sicilia.

Quest’ultima tappa è stata realizzata grazie alla grande disponibilità del Comune, della pro loco ed alla collaborazione fattiva del dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo che, non solo ha collaborato alla realizzazione dei pannelli fotografici in mostra, ma ha anche voluto accompagnare l’esposizione fino al capolinea del suo lungo percorso.

La mostra, che resterà aperta dal 30 luglio all’8 agosto tra le 09.30 e le 13.00 con ingresso gratuito, è costituita da una collezione di fotografie, suddivise per aree geografiche e per tipologia delle opere commemorative riprodotte, raccolta e confezionata grazie alla sinergica cooperazione tra l’Esercito, Università di Palermo ed una folta rappresentanza di Comuni siciliani, oltre a preziosi collaboratori del settore. 

Il Sindaco, Antonio Rini ha dichiarato: “Raccontare e ospitare un pezzo di storia così importante, é per me motivo di onore e prestigio . In qualità di primo cittadino, sento di esprimere tutta la partecipazione e l’attaccamento a quello che da sempre é stato un simbolo in cui questa comunità si rispecchia e che é uno dei protagonisti della mostra: il Monumento ai Caduti. Anche qui, a Ventimiglia, il Milite Ignoto rappresenta infatti quel patrimonio di valori universale fatto di amor di patria e coraggio. Un omaggio a chi ha lottato per la libertà e al tempo stesso un richiamo alle generazioni di oggi e future nel proseguire lungo il solco tracciato dai nostri avi. La mostra ha anche un altro merito: quello di ricordare il valore architettonico di queste opere, tra cui la nostra. Per questo, ringrazio il Comando Militare dell’Esercito in Sicilia e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo per aver scelto Ventimiglia come ultima tappa di una mostra fotografica itinerante ricca di contributi inediti e  preziosi per la memoria collettiva. “